"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

E’ la fine della UE, assicura un esperto polacco, Jacek Wrona

Un alto esponente dei servizi di sicurezza del Governo polacco, Jacek Wrona, esperto in controterrorismo, afferma che la politica migratoria della UE è un completo disastro e sta avendo l’effetto di rompere definitivamente la coesione europea facilitando il terrorismo jihadista e dando forza ai partiti estremisti.

L’Europa sta arrivando alla “fine della sua esistenza”, come conseguenza di una estate segnata dal terrore dopo un anno caratterizzato da una ondata senza precedenti di emigranti provenienti dal mondo islamico, ha avvisato Jacek Wrona, ex direttore dell’Ufficio Centrale di Investigazione ed esperto di antiterrorismo.
Wrona, che ha fatto queste dichiarazioni alla televisione polacca, assicura che “la gente ha perso totalmente fiducia nel sistema politico e che il peggior problema che devono affrontare le forze dell’ordine nel momento di combattere il terrorismo e la nuova ondata di delinquenza comune è l’atteggiamento della politica”.

Ormai non è un segreto che i media “di prestigio” europei (come in Italia Il Corriere della Sera, La Stampa, Repubblica, la RAI,ecc.), in aperta collusione con l’autorità politica, tentano invano di dissimulare che la politica migratoria è un completo disastro e che sta rompendo la coesione europea, facilitando il terrorismo jiadista e rafforzando i partiti estremisti.
“L’Europa Occidentale è praticamente morta”, ha segnalato Wrona. “Questa gente vive in un vuoto, senza idee”.

Al costo sociale, politico e di sicurezza bisogna aggiungere quello economico, in assoluto minore. I politici tedeschi hanno ammesso che la recente entrata di più di un milione di migranti avrà un costo per il contribuente di almeno 30.000 milioni di euro all’anno. Oltre a dover sopperire alle necessità giornaliere diarie dei rifugiati attuali e di quelli che seguitano ad arrivare, il Governo tedesco aumenterà sensibilmente la spesa della sua polizia e dei servizi di sicurezza.

Migrazioni di massa
Migrazioni di massa

La maggiore spesa sarà destinata all’integrazione degli ultimi arrivati (circa un milione e 100.000), secondo quanto informa il Bild: “L’integrazione dei rifugiati è un compito di tipo erculeo, che pregiudica soprattutto le municipalità”.
Per arrivare a mettere a posto le cose, il “controgolpe” di Erdogan in Turchia ha provocato un notevole aumento delle richieste di asilo da questo paese verso la Germania, in specie dalle zone curde più sottoposte alla repressione governativa. Il numero dei cittadini turchi che hanno chiesto asilo in Germania, nella prima metà del 2016, è stato praticamente lo stesso che in tutto l’anno precedente, secondo i dati trasmessi dal giornale Tagesspiegel.

Nota: avranno letto questo rapporto anche i personaggi politici italiani come Renzi e la Boldrini che chiedono, per risolvere i problemi, più Europa e maggiore cessione di ogni sovranità ai tecnoburocrati di Bruxelles? Per conto di chi lavorano questi personaggi che si ostinano nel perseguire le politiche folli di apertura indiscriminata all’immigrazione /invasione della penisola?
Domande a cui al momento non si trovano risposte.  L’antropologa Ida Magli ci aveva avvertito ed aveva lanciato i suoi allarmi, sempore inascoltati: “stiamo procedendo  inesorabilmente  verso l’africanizzazione dell’Italia”. Il processo sta avanzando a ritmi molto accelerati.

Fonte: Expresss.co.uk

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. nessuno 7 mesi fa

    Salve, Buon Ferragosto a tutti voi.
    Comunque, arrivano loro me ne vado io, alla fine dell’anno mi trasferisco all’ estero.
    Triste, ma non vedo alternative, a meno che…..di tirar fuori lo schippo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Brasile domenico 7 mesi fa

      Non devi scappare, sbagli:bisogna impiccare nel vero senso della parola questa classe politica di deficenti. Tutto è un limite ed è ora che ci svegliamo altrimenti ci sarà una guerra civile ed un odio razziale inimmaginabile. Con questa crisi economica non è logico ospitare per ora migliaia di profughi che poi saranno qualche milione. Certamente penso che sarebbe bello emigrare, ma dove vai c’è lo stesso problema. Siamo in troppi sulla Terra e qualcuno spinge alla guerra totale provocando caos Mondiale.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Eugenio Orso 7 mesi fa

        Concordo. Mi piace soprattutto il richiamo alla necessità di fucilare i responsabili … andrebbero bene, in alternativa, anche le impiccagioni o la garrota spagnola.

        Cari saluti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Marco 7 mesi fa

        Purtroppo andrá a finire cosi, queste politiche assolutamente folli ed incomprensibili stanno esasperando la popolazione con tutto ció che ne potrebbe conseguire. I nostri politici stanno guidando contromano a fari spendi ridendo..e con noi come passeggeri

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. the Roman 7 mesi fa

        Ho lasciato l’Italia. L’ hò fatto per la mia famiglia,per i miei figli. L’ Italia ,nei piani de mondialisti e’ desfinata ad essere un gigantesco centro di accoglienza,l’avamposto della kalergizzazione dell’Europa. Da paterfamilias,ho la pririta’ assoluta della sicurezzae del benessere dei miei figli. I giovani italiani ,che dovrebbero combattere, sono immersi nel degrado e ci sguazzano dentro, non vogliono problemi,hanno altro per la testa. La nazione e’ in pericolo mortale , e forse e’ gia’ persa, ma non frega niente a nessuno. La realta’ e’ che gli italiani sono predisposti ad essere africanizzati ,non hanno un deciso e naturale rigetto a questo processo. Non esiste coscienza razziale in un popolo etnicamente disomogeneo,e l’ Italia e’ una nazione che come la Francia e’ composta da diverse etnie tenute insieme da un progetto statuale centralistico. La Spagna ha lo stesso problema, ma la suddivisione in comunita’ fortemente autonome favorisce una difesa naturale di identita’ e tradizioni. La Germania , violentata da est e da ovest nell ‘ ultima guerra , ed assoggettata come tutto l’ occidente al potere giudaico – massonico, sta subendo il piu’ grande progetto di ingegnieria sociale dai tempi dell’Urss. I paesi centroeuropei,piu’ piccoli, etnicamente omogenei e socialmente coesi, sono quelli che meglio resistono a queste manipolazioni socio- antropologiche. Comunque vada per l’Italia il futuro sara’ durissimo,. E’ triste, ma e’ cosi’ . Ci sara’ qualcuno che correra’ al suono della campana? Ne dubito. Chi raccogliera’ i cocci ? I nuovo italiani dalla pelle scura ? I giovani tatuati e pieni di piercing ? I rincoglioniti di facebook, twitter e pokemon go ? C’ un motto sottinteso alla nostra bandiera : si salvi chi puo’ .

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. faniarte 7 mesi fa

          The roman…ben detto!!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      4. faniarte 7 mesi fa

        cit…Non devi scappare, sbagli:bisogna impiccare nel vero senso della parola questa classe politica di deficenti. …
        Troppo tardi…era da fare …ieri..e inoltre chi di voi si sentirebbe di fare la prima mossa!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. giannetto 7 mesi fa

    Come scienziati delinquenti provocano cambi climatici e alluvioni atmosferiche devastanti, così politici delinquenti provocano alluvioni antropologiche che devastano i paesi su cui s’abbattono. Ormai tutte le analisi sulla migrazione sono muffite ,fuorché una: non servono, se non di striscio, alla manodopera low-cost; non servono, se non per propaganda, ad esibire “sentimenti umanitari”; non servono, se non occasionalmente, a dar rifugio a profughi di guerra; neppure servono, se non di conserva, ad arricchire i mafiosi,i pédé ei preti. – SERVONO A SOSTITUIRE A RITMI FRENETICI LE POPOLAZIONI AUTOCTONE D’EUROPA, in primis in questo paese che mai fu tale se non su carta geografica e per eredità (ripescata) nominale-amministrativa dell’Impero Romano. – Un non-paese, una non-nazione.- Non è vero però che tutta quanta fosse per natura disposta all’africanizzazione, ma cinque secoli di Controriforma cattolica e 150 anni di “unità” hanno meridionalizzato e convertito all’africanizzazione anche le etnie italiote che vivono a nord della “linea gotica”. – Vedo e sento crescente e diffusa preoccupazione. Qualcuno in più comincia a rendersi conto e gli si stringe il b.d.c…. – Ma è tardi, italiotastri! Dovevate pensarci prima! I tedeschi dicevano dei soldati francesi (guerra del 15-18) che erano dei leoni comandati da degli asini. Noi possiamo dire degli italioti che son dei conigli comandati da iene. – Vedo che qualcuno già pratica l’aureo consiglio di lasciare lo Stivaluccio di cacca, sempre più nera, e trasferirsi altrove. Mi congratulo e li invidio. Beati loro che possono!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Eugenio Orso 7 mesi fa

    Non credete che se scoppierà una guerra con la Russia, a partire dalla Crimea e dal Donbass ucraino – le provocazioni della canaglia Poroshenko mirano a questo – non ci sarà alcuna riscossa dei popoli europei, oppressi dalla Ue?

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. the Roman 7 mesi fa

      Le opinioini di Eugenio Orso sono sempre pregiatissime, in Italia l’ onesta’ raramente si abbina all’ intelligenza, ma Orso e’ un eccezione. Il suo interrogativo ,con intrinseca speranza, merita un articolata risposta. Da semplice osservatore ho notato che il velo di ipocrisia che copriva i rapporti tra la dirigenza russa e i cosiddetti ” eletti” si sta lentamente squarciando. Le dichiarazioni del leader della Repubblica di Lugansk nel Donbass che espongono con chiarezza l gli autori del golpe di Kiev , quasi completamente ebrei , insieme ad un documentario trasmesso dalla tv nazionale russa riguardante i famigerati Protocolli di Sion, fanno presagire che tra poco i nodi verranno al pettine. Come nel 38 con la defenestrazione dell’ebreo Schact dalla bancacentrale tedesca, fu un segnale che si era giunti al punt di svolta, il 25 Luglio 2016 ,con l’approvazione da parte di Putin della linea Stolipyn di Sergey Glaziev e la defenestrazione di Kudrin e la fine della linea neoliberista di matrice ebraica, si e’ giunti al Rubicone e Putin ha tirato il dado. L’ occidente ,dominato dagli ebrei dovra’ scegliere ancora una volta tra un conflitto ad uso e consumo dell’elite finanziari parassitaria formata dalla cupola giudaica e dai suoi servitori,e una rivoluzione rigeneratrice da parte dei popoli che sono ora sottoposti a terrore ,oppressione soft e manipolazioni attraverso distorsioni culturali. A mio avviso la partita si giochera’ in America ,dove le elezioni presidenziali rappresentano un evento catalizzatore di portata globale. Se vincera’ la sacertodessa di Satana, la guerra e’ inevitabile , l’Europa sara’ distrutta ,l’America sara’ sconfitta, e la Cina la sostituira’ come nuovo golem giudaico per la definitiva sottomissione di tutto il pianeta. Se vince the Donald si aprira’ un vaso di Pandora e forse verranno alla luce le false narrazioni dal novecento ad oggi, perche’ una cosa e’ chiara ai miei occhi eca quelli di milioni nel mondo : gli ebrei, che detengono il monopolio dell’ informazione, che gestiscono lil politicamente corretto, che dispensano patenti di legittimita’ o invocano a piacimento censure e stigmatizzazioni. Questi signori che impediscono l’analisi dei fatti storici pena il carcere, non ce l a raccontano giusta..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Jean 7 mesi fa

        Il Brexit ha sancito la fine del capitale apolide con il talmud sotto braccio, non ci sarà nessuna guerra, solo caos crescente
        e la fine o fallimento economico dei paesi occidentali, dagli USA all’Europa, al Giappone.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. giannetto 7 mesi fa

          Non mi sentirei d’arrischiare una profezia del genere.Potrebbe pur avvenire, ma dirlo adesso mi sembra prematuro. Non ho le competenze geo-economo-politiche, né le informazioni necessarie, par azzardare commenti, analisi e previsioni di tanta portata. Perciò di solito preferisco dire la mia su fatti della mia esperienza, su ciò che vedo e sento di persona, al massimo su notizie chiare ed evidenti, che han la quasi-garanzia (se possibile) di non essere bufale, ma roba seria.
          – Tanto per fare un esempio, e restare in tema con quel che si commenta in questi giorni, oggi (ferragosto) io e la mia famiglia siamo “scappati” da una spiaggetta del “nostro”(nel senso che ci viviamo) lago, perché era invasa da un densissimo sciame extracomunitario estremamente colorato e variegato.Per di più molto “odoroso”. Ora, qualcuno può pensare che io dica così per “razzismo”. In realtà l’ “odore” non c’entra nulla con il razzismo. Non è nient’altro che una sensazione olfattiva.
          Ciao.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Franko 7 mesi fa

      Non ho capito. Vuole dire che l’Europa dovrebbe fare gruppo contro la Russia ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. the Roman 7 mesi fa

        Se si realizzasse una alleanza di nazioni cristiane che includesse Russia, Usa e Canada, tale blocco ,libero dalla nefasta influenza del giudaismo sarebbe in grado di negoziare un patto con le nazioni asiatiche che garantirebbe la fine della fame nel mondo e un periodo di prosperita’ che durerebbe centinaia di anni. Gli unici che beneficiano delle attuali contrapposizioni , sono coloro che detengono il potere finanziari e intengono mantenere l’attuale sistema economico globalizzato. Questi attori occulti alle masse, sono pronti a muovere il loro centro di potere militare da Washington a Pechino e a fare della city di Londra il fulcro di tale cambiamento. Quello che rende inevitabile lo scontro con la Russia, come lo fu con la Germania di Hitler , e’ il fatto che con la sottrazione dell’economia nazionale di un potente stato si rende evidente la falsita’ delle teorie globaliste e la loro funzionalita’ al progetto di dominio mondiale delle elites giudaico – massoniche. Lo stesso Churchill nelle sue memorie ammette che la colpa del nazionalsocialismo ,fu di sottrarre la Germania dal controllo del sistema finanziari internazionale,. Per questa ragione ,ogni qualvolta una nazione manifesta la propria insoburdinazione al regime finaziario globalista, viene demonizzata, sanzionata e in ultima istanza ,attaccata e distrutta. E’ stato cosi’ dal 1913 in avanti , con ogni nazione che manifestasse resistenza allo stapotere delle elires giudaico – massoniche., le quali con in mano la Federal reserve americana e la banca d’ inghilterra si sono impadronite della Russia con la rivoluzione bolscevica e hanno sottomesso e distrutto la Germania dopo una terribile guerra. La Russia ha pagato un prezzo altissimo a quel disumano regime marxista leninista, ma ha saputo regire e dopo sttant’anni di brutalizzazione del suo popolo eil successivo saccheggio ad opera degli oloigarchi ebrei con Eltsin come fantoccio, ha ritrovato unita’e forza grazie alla sinergia di una dirigenza patriottica e la Chiesa ortodossa. Gli Usa , attualmente un potente golem al servizio del sionismo sono destinati ad essere usati contro la Russia dissidente dal Nuovo ordine mondiale, mentre la vecchia europa secondo i piani dovrebbe essere il campo di battaglia. La banalita’ di questi piani e la evidente analogia nella loro attuazione con quanto avvenuto nel secolo scorso, dimostrano che tali ” eletti” ,lungi dall’essere geniali come sostengono, sono accecati dall ‘ ansia, e che grazie al ‘iiformazione alternativa e’ sempre piu’ difficile per loro mantenere il totale controllo delle menti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Jean 7 mesi fa

          Sono d’accordo The Roman, ma le forze centrifughe in campo adesso sono diverse da quelle del 1913, inoltre l’occidente
          si può considerare economicamente fallito, Giappone compreso, le nazioni Europee sono particolarmente disarmate, non
          hanno eserciti che possono fare guerre mondiali, c’è un coltello a doppia lama che è il legame del capitale alla Cina,
          ormai prima potenza economica da anni e un paese praticamente fallito fin dal 1996 (USA), chiaramente le forze in campo
          sono diverse da un secolo fa, inoltre la SCO ormai comprende anche India e Pakistan, sono 4 potenze nucleari di
          fronte a un occidente che ha per lo più il megafono della disinformazione e un solo esercito forte.
          Vedremo….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Eugenio Orso 7 mesi fa

        Esattamente il contrario …
        Un’Europa libera da UE e Nato (speriamo in Trump!) dovrebbe fare gruppo con la Federazione Russa, principale potenza europea.
        Nel programma del front National francese chiaramente “populista” – per fare un esempio – in materia di politica internazionale c’è il richiamo esplicito a un’Unione Paneuropea di Stati Sovrani che dovrà comprendere anche la Russia, nonché a una stretta partnership economica, energetica, militare con i russi.
        L’ultima opportunità di salvarsi per i paesi del vecchio continente …

        Cari saluti

        Rispondi Mi piace Non mi piace