"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Dalla difesa all’attacco: la Cina svela nuova strategia militare per potenziare la capacità navale

RT – La Cina ha svelato una nuova strategia di difesa per potenziare la sua capacità navale, e affermato che passerà dalla “difesa aerea territoriale” a entrambe “difesa e offesa”. Pechino ha anche criticato i suoi vicini per le loro azioni “provocatorie” sulle sue “isole e scogliere”.
Il libro bianco di strategia militare cinese è stato pubblicato martedì dal Consiglio di Stato, segnalando abizioni per una maggiore presenza navale nella regione, nella quale sta salendo la tensione riguardo ai territori contesi del Mar Cinese Meridionale.

“La marina sposterà gradualmente l’attenzione dalla ‘difesa delle acque costiere’ alla combinazione di questa e ‘protezione del mare aperto’, e costruirà una struttura di combattimento marina combinata, multifunzionale ed efficiente,” afferma il documento.
La marina “migliorerà le capacità di deterrenza e contrattacco strategici, di manovra marittima, operazioni congiunte, difesa e supporto onnicomprensivi.”

Destructor Chino de la armada

Inoltre “L’aviazione potenzierà le capacità del suo sistema di allarme, attacco aereo, difesa aerea e missilistica, contromisure informatiche, operazioni aeree, proiezione strategica e supporto onnicomprensivo.”
La tensione è in crescita per il conteso arcipelago delle Spratly, composto da oltre 750 scogliere, isole e isolette e situato nel Mar Cinese Meridionale. La Cina reclama la gran parte del mare e ha dispute territoriali con le Filippine, Il Vietnam, Taiwan, Brunei e Malesia.

“Sulle questioni riguardanti la sovranità territoriale e i diritti e interessi marittimi della Cina, alcuni dei suoi vicini intraprendono azioni provocatorie e rinforzano la loro presenza militare sulle scogliere e isole cinesi che hanno illegalmente occupato,” lamenta Pechino.
Il documento afferma che alcuni paesi “esterni” sono anche “impegnati ad immischiarsi negli affari del Mar Cinese Meridionale; qualcuno di loro porta avanti una continua sorveglianza e ricognizione aerea e navale ravvicinata contro la Cina.”

Le missioni statunitensi di ricognizione hanno portato all’aumento delle tensioni tra Pechino e Washington, con quest’ultima che continua ad aumentare la sua presenza militare nel Pacifico. Lunedì la Cina ha presentato una rimostranza a Washington riguardo all’aereo spia statunitense che aveva sorvolato le acque contese del Mar Cinese Meridionale, mentre a marzo Washington aveva accusato Pechino di “utilizzo di territori senza precedenti”, affermando che la Cina stava “creando una grande muraglia di sabbia” su 4 km quadrati nell’area oggetto di disputa.

Da parte sua Washington sta potenziando la propria presenza militare nella regione. Il comandante navale Harris ha affermato che gli Stati Uniti si stanno attualmente preparando a spostare il 60% della loro flotta nel Pacifico entro il 2020.

Anche l’Australia è preoccupata dalla situazione e nel 2014 ha concordato con il Giappone un aumento della cooperazione militare e delle esercitazioni per bilanciare il potenziale militare cinese in rapida crescita.
Le autorità cinesi insistono nell’affermare che le loro rivendicazioni territoriali hanno basi storiche e che gli USA non dovrebbero intervenire nelle dispute.

Il ministro dei trasporti cinese ha presieduto martedì la cerimonia per la costruzione di due fari sulle scogliere Huayang e Chigua, facenti parte delle isole Spratly. Reuters riporta che la portavoce del ministero degli esteri Hua Chunying ha definito la costruzione come “una misura importante per implementare i corrispondenti doveri e responsabilità internazionali”, e ha aggiunto che Pechino sta pianificando di costruire ulteriori strutture sulle isole contese.

Fonte: RT.com/news
Traduzione: Anacronista

Nelle foto in alto ed al centro: le nuove unità in dotazione all'”Armada Cinese”, Cacciatorpedinieri  lanciamissili di nuova classe.

*

code