"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Come e perchè la società del capitale fabbrica guerra e falsa opposizione

Nel panorama del mondo attuale, dominato dalle centrali di potere imperiali e sovranazionali, assistiamo ad una moltiplicazione dei conflitti, utilizzati come sistema di estensione del proprio dominio e di appropriazione delle risorse . La società del capitale richiede la guerra come autoalimentazione della propria macchina industriale e militare; tuttavia, la guerra non si combatte soltanto con i mezzi militari e sui campi di battaglia ma viene estesa ad altre dimensioni principali, da quella economica a quella mediatica.

Il Politico e la giuerra
Il Politico e la giuerra

Il sistema richiede un controllo delle informazioni ed una manipolazione cognitiva delle menti al fine di orientare le opinioni pubbliche verso il consenso al potere e per la giustificazione dei conflitti intesi quasi sempre come mezzo per “portare la democrazia” o “difendere i diritti umani”. Questi ultimi sono da tempo lo strumento ideologico che consente gli interventi manu militari per conformare ai propri interessi nazioni e popoli una volta sovrani.

Per raggiungere le proprie finalità di dominio, il sistema di potere imperiale riesce a creare avvenimenti che vengono poi “spiegati” all’opinione pubblica in forma narrativa e propagandistica per suggestionare e confondere la mente delle popolazioni: che siano rivolte, attentati terrroristici, ondate migratorie, speculazioni estreme sulle risorse, manipolazione finanziaria, finte contestazioni ed opposizioni politiche di facciata, tutto serve ad un unico fine: quello di perpetuare ed estendere una egemonia che è prima di tutto culturale, sociale, economica e che si esprime in forma di sistema economico e di assetto sociale, lungo la via chiamata “Nuovo Ordine Mondiale”, paradiso per una ristretta élite, inferno e catastrofe per i popoli e per l’equilibrio degli ecosistemi.

Per comprendere questo processo storico e gli avvenimenti attuali, realtà come Controinformazione.info, Faremondo e Bye Bye Uncle Sam e Arianna Editrice hanno organizzato una serie di eventi collegati fra loro che prendono in esame anche alcune delle crisi e dei conflitti più importanti (dall’Afghanistan all’Ucraina): tutte occasioni per comprendere ed analizzare le dinamiche in corso di sviluppo e le loro cause profonde.

Sabato 20 Febbraio, Via Azzo Gardino 48 – Bologna
c/o Centro Sociale Ricreativo Culturale Giorgio Costa

Ore 15,30 – Ingresso Libero

0001

 

*

code

  1. Maria 1 anno fa

    In quale città?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Redazione 1 anno fa

      Bologna, in via Azzo Gardino, 48, zona Porta Lame…….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Nicola 1 anno fa

    Le risorse del Pianeta sarebbero sufficienti per il triplo dell’attuale popolazione mondiale: basterebbe mettersi d’accordo ed organizzarsi affinché ognuno possa fare la propria parte di lavoro(lavorando tutti si lavorerebbe meno!) e godere della propria parte di ricchezza! Ma ci sono degli ultraricchi che vogliono farsi servire e per mantenere la loro posizione di potere generano un insieme di disagi affinché sussista un dislivello sociale per cui i più sfortunati sono costretti a servire gli ultraricchi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ireneo Corbacci 1 anno fa

      Penso che questo tipo di incontri serva proprio per comprendere come mai e perché ci sono questi “ultraricchi”,
      come essi ragionano, come riescono a farci ragionare come essi vogliono, che genere di “scienza” hanno,
      come possiamo meglio conoscerli per mettere magari fine al loro mondo senza una nostra catastrofe generale come specie.
      Ci andrò senz’altro e ne perlerò con amici e conoscenti.
      Grazie a controinformazione.info per aver ideato e sostenuto questa iniziativa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Nicola 1 anno fa

        Se il Popolo fosse gestito da una Vera Democrazia(= potere al Popolo!), ebbene, le risorse sarebbero equamente divise fra tutti i cittadini e non potrebbero esserci i super-ricchi i quali fanno in modo di mantenere la situazione a proprio vantaggio causando disoccupazione, inquinamento, malattie e guerre dove i soldati vengono reclutati proprio tra i disoccupati!
        Confido che in un futuro prossimo nascerà la Vera ONU con il seguente articolo primario: “Ogni individuo che nasce in questo mondo ha il diritto di Vivere(famiglia, casa, ecc.) ed ha il dovere di garantire lo stesso diritto ai futuri nascituri”!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. riccardo 1 anno fa

      esatto Nicola, aggiungerei che gli ultraricchi non perseguono solo lo scopo di arricchirsi all’infinito e dominare l’umanità come schiavi da macellare. Nelle loro menti esiste qualcosa di oscuro e demoniaco quanto demenziale possa essere concepito da una mente in preda a delirio – Spero che un buco nero possa ingoiarci in un nano secondo al piu presto. Poi poter rinascere in una terra libera!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Nicola 1 anno fa

        Speriamo che il “buco neno” possa ingoiare solo quegli ultraricchi che causano tutti i mali del mondo!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Cheyenne 1 anno fa

    Sarebbe bello uno streaming per poter seguire i vari appuntamenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. byebyeunclesam 1 anno fa

      verranno realizzati i video e successivamente diffusi sul canale YT https://www.youtube.com/channel/UCd6dqwQwxR7h0BTS1SmsBjQ dove sono già presenti quelli dei precedenti incontri

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. giannetto 1 anno fa

    E’ la tecnologia stessa oramai la fabbrica del capitale, della guerra, della falsa opposizione, .. e del controllo sempre più capillare del nostro comportamento, della nostra psiche e della nostra mente. O credete che nella società della Russia, capitalista “buona” rispetto al capitalismo criminale degli yankees,… nella società della Russia capace di lanciare i suoi benvenuti missiletti dal Caspio, le cose vadano diversamente?
    Una nuova guerra fredda, la vedo come un modo di scampare, almeno nell’immediato, all’inceneritore atomico globale. Ma occorre far presto…occorrerebbe che la Cina “scendesse in campo” quanto prima apertamente accanto alla Russia , in modo da segnare i confini delle zone d’influenza dei due blocchi.
    In ogni modo mi sembra chiaro che la nostra idea illuministico-romantica di libertà, che ancor frulla nella nostra testa di retrogradi, è morta per sempre, ovunque. Siamo degli zombies-
    Una sola e remota speranza: che la tecnologia possa collassare su se stessa per overdose.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. riccardo 1 anno fa

      Giannetto, ti consiglierei di informarti sulle armi segretissime Directed Energy Weapon. Forse è quello di cui parlava già Regan come “scudo stellare” Sono armi situate a terra e su satellite: possono concentrare fasci di microonde su un determinato punto terrestre e causare disastri di inimmaginabili proporzioni. Se una bomba atomica partisse da un qualsiasi punto sulla terra potrebbe essere colpita da questI dispositivi, ed esplodere prima di aver raggiunto l’obiettivo. Come dire: le bombe H non solo sono ingestibili, ma anche superate. Ci sono stati degli episodi negli ultimi decenni dove è stato fatto uso di queste armi elettromagnetiche. Queste armi possono disintegrare, fondere, polverizzare qualsiasi tipo di materia. Ovviamente è top secret militare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. giannetto 1 anno fa

        Se son tanto top secret, non so quanta e quale informazione se ne possa avere. Mi ricordo di Kruscev che si vantò pur lui di disporre d’una allucinante e misteriosa arma letale. immagino dunque che anche i russi non sian stati a guardare. … In ogni caso l’orrore è servito. Torno perciò alla mia stranezza di geostratega da salotto: un ristabilimento ufficioso della guerra fredda in funzione di escamotage anti-nucleare. Ma la Russia, sono d’accordo, non ce la fa da sola a tenere in piedi la controparte. Con la Cina al fianco la situazione globale cambierebbe radicalmente, e chissà se in quel caso anche l’Europa non riacquisti qualche autonomia (a patto che si muovano i “popoli”, visto che i governi son venduti).

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. giannetto 1 anno fa

    Scusate, vi scoccio ancora un po’ … Non dimenticate che la Russia ha scovato in quattro e quattr’otto il pagliaccio comprato e manipolato dalla stampa tedesca per recitar la bufala del soldato dell’esercito russo che combatterebbe in Ucraina. Meno male! L’intelligence russa è straordinaria! Ma tanta efficienza non è… ANCHE… inquietante (indipendentemente da chi ne disponga)?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ireneo Corbacci 1 anno fa

      Provo a rispondere brevemente a Giannetto e Riccardo.
      Le armi ad energia diretta (DEW) seppur segrete come quasi tutto l’arsenale della cosiddetta military black technology, sono oggetto di ricerca almeno da sei-sette decenni. Pare siano state sperimentate, al pari delle armi batteriologiche, climatiche e geo-ingegneristiche, negli ultimi venti-venticinque anni, quanto meno a partire dalla seconda guerra in Irak. C’è però anche chi sostiene, con prove ed argomenti finora non confutati e in ogni caso non facilmente “aggirabili”, che una qualche combinazione di esse sia stata usata durante l’affaire 911 per produrre la dissoluzione a mezz’aria delle varie torri del WTC a New York: costei si chiama Judy Wood, ha scritto un libro di molte pagine sull’argomento e tiene conferenze in diverse parti del mondo (nel 2011 fu anche in Italia, a Bologna se non ricordo male).
      In ogni caso, occorre chiedersi qual è la natura di élite come quelle che non si fanno scrupolo di puntare su armi di questo tipo, che probabilmente fanno impallidire il potenziale distruttivo dell’arma atomica. Voglio dire che non si può ridurre la cosa nemmeno ad un grande gioco geopolitico di dominio planetario, ma vi è anche una enorme operazione sulla coscienza e l’immaginario delle nostra specie, che viene, per così dire, richiesta dall’essenza stessa di questa sciagurata società, da qualcosa di più profondo che le dà forma dall’interno, a me pare.
      Se incontri come quelli proposti da questo blog a partire dal prossimo 20-2 serviranno a lumeggiare anche aspetti come questi, ben vengano, anzi: ce ne fossero altri e se ne parlasse di più in giro, non solo in rete.
      Saluti a tutti.
      Ireneo Corbacci

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. riccardo 1 anno fa

        grazie Ireneo, anch’io consiglio di leggere Judy Wood sulla sua pagina facebook (quando facebook serve a qualcosa veramente) …è impressionante. Anche l’esplosione a Tianjin in Cina ha l’aria di essere stato un esperimento con armi del genere ( un avvertimento dello zio sam ai cinesi)? guarda le foto delle auto carbonizzate nel parcheggio

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Paolo 1 anno fa

    Non solo la finta opposizione, ma anche una terza forza creata da loro per scompigliare di più la matassa, tipo…5 Stelle. Che sono poi parenti di del traditore Tsipras e i Podemos.

    Rispondi Mi piace Non mi piace