"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Clamoroso: i ribelli ucraini di Kiev reclamano la riscossione del denaro promesso

Rebeldes de Ucraina

I ribelli della sommossa attuata a Kiev nella piazza di Maidan, reclamano il pagamento dei fondi promessi dall’Occidente per creare la sommossa.

Nel web compare un video che compromette ancora di più il governo golpista dell’Ucraina, confermando che le proteste e le sommosse di piazza scatenate a Kiev furono una azione ben preparata e finanziata.
Nel video si vedono gli attivisti che aveano partecipato agli scontri armati nella piazza Maidan, nel centro di Kiev. I ribelli ucraini affermano di essere stati ingannati e che non gli è stato ancora pagato il denaro promesso per la loro partecipazione alla sommossa.

Alcune settimane addietro l’ex capo del servizio di sicurezza dell’Ucraina, Alexander Yakimenko aveva rivelato che, durante gli ultimi mesi, l’Occidente aveva trasferito a Kiev alcuni milioni di dollari e in alcuni casi in contanti. “Dall’inizio delle proteste noi, come i servizi di inteligence, abbiamo notato un aumento della corrispondenza che iniziò ad arrivare a varie ambasciate in Ucraina, in particolare alle ambasciate occidentali. Poco tempo dopo, nella piazza di Maidan,  apparve moneta straniera, concretamente dollari”, ha assicurato l’ex funzionario.

Un’altra prova per confermare, se ancora ce ne fosse bisogno, che la narrazione degli Statunitensi e dei funzionari dell’Unione Europea  di una presunta “rivoluzione popolare ” avvenuta in Ucraina in realtà consisteva in un piano ben congegnato per creare disordini di piazza ed attacchi violenti al fine di rovesciare il governo legittimo ed installare un governo golpista al servizio degli interessi degli USA e della Germania.

Vedi: RT Actualidad

 

*

code