"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Clamoroso: BND sospetta una infermità psichica di Obama che ne altera le decisioni

Sorcha Faal

Possibile rottura della Germania con la politica degli USA sulla Siria a causa di un rapporto riservato trasmesso dai servizi di intelligence tedeschi (BND) da cui si evince che il presidente Barack Obama potrebbe essere affetto da turbe psichiche che ne alterano le capacità decisionali (Barack Obama “may be insane”).

L’informativa in questione circola anche a Mosca negli ambienti del Cremlino e si afferma che vi sia stata una riunione segreta a Damasco tra alti funzionari della Bundeswehr (forze armate) con un alto esponente dei servizi di intelligence (BND) ed omologhi siriani in cui gli esponenti tedeschi hanno riferito che la Germania ha deciso di rompere con la politica e con gli obiettivi perseguiti dagli USA in Siria nella zona di guerra e che sono coscienti di una possibile infermità psichica del presidente USA.

Secondo questa informativa, funzionari del servizio federale tedesco di Intelligence (BND) si sono recati segretamente a Damasco per stabilire una collaborazione con il governo siriano ed hanno fatto questa dichiarazione in accordo con una mossa ordinata dalla cancelliera Angela Merkel al di sopra delle obiezioni di Obama sulla lotta delle nazioni in una coalizione  contro l’ISIS.

In rottura con la politica USA su questo conflitto, la Germania ha provveduto a ritirare le batterie di missili Patriot poste sul confine turco e 250 militari della Bundeswehr che erano dislocati in Turchia, a seguito delle rivelazioni che hanno chiarito la complicità del governo turco nella vendita del petrolio dell’ISIS che ne permette il finanziamento e la vendita degli schiavi nel loro paese, oltre che per aver iniziato una guerra civile con la popolazione curda e, la cosa più pericolosa, la Turchia si è unita con l’Arabia Saudita per attuare un progetto, concepito da Obama, di scatenare una guerra in Medio Oriente per il controllo del petrolio. Vedi: Youtube.com/watch

In quanto al fatto che il BND tedesco abbia messo in questione la sanità mentale di Obama, quello che indica l’informativa, si trattava di un tema trattato nel corso di tale riunione a Damasco dove gli ufficiali tedeschi hanno confermato ai loro omologhi siriani che l’esplosivo rapporto pubblicato da militari statunitensi dell’intelligence, tramite il giornalista Seymour Hersh (premio Pullizer), nel giorno di ieri, era nel sicuro di poter affermare che i Pentagono USA aveva avviato informazioni di intelligence per il Governo della Repubblica Araba Siriana alle spalle del presidente Obama, e che la CIA si era rifiutata di riconoscere la realtà di questo conflitto ed il suo enorme potenziale rischio per lo scoppio di una terza guerra mondiale. Vedi: All’insaputa di Obama, il Pentagono ha fornito intelligence ad Assad per non lasciare la Siria ai terroristi”

Da tale rapporto si rende evidente che il Pentagono riusciva ad ingannare deliberatamente il Presidente Obama e la CIA per fornire la propria intelligence alla Germania per farla trasmettere segretamente alla Siria. Il rapporto continua dicendo che il BND ufficialmente ha affermato che il leader statunitense risulta affetto da “demenza” per cui risulta di  non essere a conoscenza di quello che il suo stesso governo, i militari ed il servizio di intelligence stanno facendo in una guerra tanto grave e con implicazioni storiche per tutto il mondo.

In quanto a come sia divenuto grave questo conflitto, nel rapporto si afferma che vi sono nuove informazioni che rivelano come il regime saudita, appoggiato dal presidente Obama, possa di fatto disgregarsi e che dalle ultime informazioni risulta che il Regno Unito stia freneticamente cercando di mantenere occulto alla propria opinione pubblica l’esistenza di un patto segreto vigente per la protezione accordata al malvagio regime saudita, nonostante il costo potenziale che potrebbero derivare da questo patto di migliaia di vite britanniche, sacrificate per difendere la monarchia dei Saud.

Negli Stati Uniti, d’altra parte, il rapporto conclude  che, l’Amministrazione Obama e la propaganda fatta da Washington, cerca di nascondere all’opinione pubblica americana la verità dei fatti della guerra, fino al livello che la scorsa settimana Mika Brzezinski del MSNBC incredibilmente ha affermato che non bsogna temere i terroristi dello Stato Islamico ma a loro posto la nazione deve temere “gli uomini bianchi con le armi” che secondo loro “seminano distruzione”, nonostante la verità dei fatti per il rispettabile Istituto Brooking che dimostra che il 77% delle morti per armi da fuoco di uomini bianchi sono da attribuire a suicidio mentre l’83% delle morti di uomini di colore sono da attribuire ad assassinio ed omicidi.

Fonte:  AWD News

Nota: Non sappiamo quanto siano attendibili queste informazioni ma, se effettivamente la Germania dovesse distaccarsi dalla folle politica del doppio gioco praticata da Washington in Siria ed in Iraq, questo segnerebbe un capovolgimento nelle strategie degli USA e della  NATO che sostengono la Turchia di Erdogan, il vero “stato canaglia” della NATO.

D’altra parte, che Obama non sia del tutto “sano di mente”, questo si poteva già capire da vari indizi: ad esempio il suo “dilettarsi” nel gioco dei droni senza pilota inviati ad assassinare dall’alto vittime inconsapevoli, come anche dalle sue direttive di politica estera che hanno prodotto il disastro completo in ogni regione dove gli USA sono intervenuti. La pazzia in certi casi diventa però una pazzia criminale considerando il numero delle vittime innocenti che questa pazzia ha prodotto fino ad oggi. Possiamo solo sperare che Obama sia presto ricoverato, per il bene suo e dell’umanità, in un manicomio criminale.

Traduzione e nota: Luciano Lago

*

code

  1. ARIANNA 1 anno fa

    ahahaha….. scusate la risata, ma la politica internazionale è imbarazzante come quella nostrana. Premetto che Obama non mi piace, è un guerrafondaio come lo è stato Bush, ma dover inventare una malattia mentale da parte dell’Europa, esclusivamente perchè non in linea con la politica americana, è una buffonata……..e se risulterà vero che il leader americano è effettivamente instabile, bhe …forse non è l’unico!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. michy 1 anno fa

    fosse solo obama il problema…………………………………………………………

    Rispondi Mi piace Non mi piace