"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Chi governerà il mondo dopo la morte di David Rockefeller ?

Il 20 marzo del 2017 , ai 101 anni di età, è morto David, il patriarca del clan Rockefeller. Il multimiliardario deceduto aveva sviluppato le attività di suo nonno, il fondatore della dinastia, John Rockefeller, il capostipite che morì nel 1937.
Sicuramente David ha provveduto ad aumentare il capitale che aveva ereditato, tuttavia non si è trattato soltanto di questo. . David Rockefeller ha dato un contributo significativo alle tendenze ideologiche, politiche ed economiche che si sono sviluppate in America e nel mondo intero nell’ultimo secolo. Questo contributo, nell’opinione dell’autore dell’articolo scritto da , Valentín Katasónov, della Fondazione di Cultura Strategica, è la più rilevante che non la maggioranza dei presidenti degli Stati Uniti nel dopoguerra.

Le elite mondiali.

David Rockefeller è stato colui che ha messo in marcia il progetto di globalizzazione e per tutta la sua vita lo ha sviluppato. In primo luogo, i Rockefeller hanno avuto sempre una partecipazione nel capitale del Sistema della Riserva Federale. Come risultato delle due guerre mondiali hanno rinforzato la loro posizione nella Federal Reserve, relegando ad un secondo livello i Rothschild (l’altra poderosa dinastia). I Rockefeller controllavano il principale banca di Wall Street, la Chase Manhattan, il cui presidente fino al 1981 fu lo stesso David.

David Rockefeller, banchiere e “filantropo”

In secondo luogo si costituirono istituzioni informali ma molto influenti della elite globale che permisero di promuovere nuove idee e progetti. Negli Stati Uniti naturalmente David è nel ‘Council of Foreign Relations’,( CFR), organismo costituito mel 1921, ed anche nel Gruppo Bilderberg era un partecipante regolare di tutte le riunioni, iniziando per il primo ed è stato un membro del Comitato dei Governatori del club.
In terzo luogo bisogna tenere in conto la Fondazione Rockefeller, quella che è una delle più grandi fondazioni “benefiche” d’America, le cui attività non sono mai state molto trasperenti. Le tre generazioni dei Rockefeller si sono dedicate ad “opere di carità” la cui priorità era quella di appoggiare il sistema di educazione superiore ed alcuni progetti nel campo della medicina e della genetica (in linea con le teorie dell’eugenetica). Gli studi genetici patrocinati dai Rockefeller hanno avuto carattere chiuso.

In quarto luogo, i Rockefeller, a differenza di altre dinastie capitaliste, hanno investito molto finanziando personaggi politici, intellettuali e i grandi media. A giudizio di Katasónov, questi investimenti risultano più redditizi nel lungo periodo che non nei valori di borsa.

Uno dei grandi successi di David Rockefeller si può considerare la creazione nel 1973 della Commissione Trilateral, una organizzazione internazionale privata che include rappresentanti dell’America del Nord, dell’Europa Occidentale e dell’Asia. Il loro obiettivo dichiarato è stato quello di discutere e trovare soluzioni ai problemi globali. Anche con aiuto dei Rockefeller è stato creato il Club di Roma nel 1968.

Fiduciari dei Rockefeller nel Governo degli USA

David Rockefeller non è mai entrato nel governo degli Stati Uniti ma ha semopre avuto suoi fiduciari all’interno. Fra di loro si trovano personaggi come Henry Kissinger e Zbigniew Brzezinski, sottolinea Katasónov, ma sempre ha confidato nel potere del suo clan; tra i suoi 4 fratelli il più influente era Nelson Rockefeller, governatore di New York e vice presidente sotto l’Amministrazione Ford.

Negli anni ’70 del secolo XX, Rockefeller ha partecipato nello smantellamento del sistema monetario di Bretton woods, nel 1976 iniziò la conferenza in Giamaica in cui si è deciso di sostituire lo standard del dollaro in rapporto con l’oro con lo standard di carta.
Quello che rimaneva da fare era creare una domanda crescente per il biglietto verde. Il primo passo per ottenere questa meta era stata fatta dall’allora Segretario di Stato Henry Kissinger,il quale provocò la guerra del 1973 tra gli arabi e gli israeliani. Questo fatto fu seguito dal drastico aumento dei prezzi del petrolio e da una crisi energetica. Kissinger ha mantenne conversazioni con i leaders dell’Arabia Saudita e altri paesi esportatori di petrolio convincendoli per vendere petrolio soltanto a fronte di dollari. Pertanto, lo standard dei dollari di carta si era trasformato fin da allora in petroldollari.

I petroldollari che iniziarono a guadagnare i paesi dell’OPEC sono stati inviati alle banche degli Stati Uniti, incluso la Chase Manhattan, e furono emessi in forma di prestiti ai paesi del Terzo Mondo (indebitandoli). Ai principi degli anni ’80, come conseguenza di un forte aumento dei tassi d’interesse chiave della Federal Reserve, fu provocata una crisi del credito globale di cui si sono beneficiate le stesse Banche degli USA. L’equipe di economisti liberali laureati nelle stesse università che la Fondazine Rockefeller sempre aveva finanziato, hanno iniziato in quel periodo a dare forma all’ideologia neoliberista delle globalizzazione economica e finanziaria diffusa da FMI.

L’essenza di questa ideologia consiste nella minimizzazione del ruolo dello Stato nell’Economia, nella eliminazione delle barriere, lasciando liberi non solo i movimenti delle merci ma anche quelli dei capitali. la privatizzazione delle proprietà statali e dei servizi pubblici, lo svioluppo integrale dei mercati finanziari, il predominio delle leggi di mercato e la fluttuazione dei cambi valutari e dei tassi d’interesse,la competitività dei salari (leggi sfruttamento della mano d’pera al più basso costo).. Da allora, i mercati finanziari sono cresciuti fino a ottenere le proporzioni astronomiche di oggi, mentre l’economia tradizionale produttiva si è deteriorata.

Sarebbero i Rockefeller dietro la nuova truffa economica e la Chase Manhattan si trovava tanto instabile che ha dovuto andare a fondersi con la JP Morgan, cosa che ha portato alla creazione della Morgan Chase. David aveva denaro investito nel petrolio, ma andava comprendendo che il combustibile stava perdendo il suo valore senza tenere tempo per trovare qualche cosa che abbia futuro. Il peggiore colpo lo ha sentito nel novembre del 2016, quando la corsa presidenziale ès tata guadagnata da Donald Trump, conosciuto avversario della globalizzazione, partigiano dell’economia reale.

Nonostante questo, David Rockefeller non era un uomo capace di tutto. Era un semplice mortale, come gli altri: questo marzo il suo settimo cuore si è fermato per sempre, Negli ultimi due decenni ha vissuto molte delusioni: la sua Banca preferita.
Nella opinione di Katasonov, la globalizzazione finanziaria ed economica nella sua forma attuale ormai non andrà a continuare. Nello scenario sta entrando altra gente, quella che Katasonov (dottore in economia e professore dell’Università MGIMO) preferisce chiamare il “clan della Silicon Valley”. Si tratta dei giovani informatici che pensano in altre categorie. Per loro esiste soltanto denaro digitale che è manipolata da Banche digitali, e persone come David gli sembrano vecchi dinosauri. E’ l’ora di vedere il successivo atto del dramma mondiale.

Fonte: Sputnik Mundo

Traduzione: Luciano Lago

*

code

  1. Mardunolbo 8 mesi fa

    ” Per loro esiste soltanto denaro digitale che è manipolata da Banche digitali, e persone come David gli sembrano vecchi dinosauri. E’ l’ora di vedere il successivo atto del dramma mondiale…”
    Appunto come ho cercato di raccontare in altro articolo, l’obiettivo è il denaro digitale (ovvero peggio ancora della moneta di carta già svincolata dall’oro), fumo completo, senza nessuna realtà economica vincolante; poi il passo successivo sarà il chip sottocutaneo per fare ogni transazione e permettere a chi lo porta la vita o la morte.
    Se si applicherà il microchip e qualcuno andrà in ospedale senza questo, chi lo curerà ?
    Rimarrà sconosciuto nel mondo e peggio di un cane sarà lasciato morire…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 8 mesi fa

      “Rimarrà sconosciuto nel mondo e peggio di un cane sarà lasciato morire…”, sarà una fortuna unica!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Anonimo 8 mesi fa

        Per coloro cha hanno voglia di informazione, oltre alle mie idee:
        http://www.altreinfo.org/economia-e-finanza/7147/la-guerra-al-denaro-contante-peggiora-james-rockards/

        Colgo l’occasione per dire che le idee di ciascuno, espresse i forma dialogativa e, si spera, comprensibile, sono frutto di informazioni raccolte su libri e sul blog.
        Ognuno di noi è la sommatoria di informazioni e sensazioni (meglio informazioni poichè le “sensazioni” nascondono o modificano certe informazioni ).
        Per questo motivo anche i ricordi possono essere falsati dalla “sensazione” overo la somma delle emozioni che ci avvolgono durante un’esperienza.
        L’essere umano che è o + preparato o + razionale o + controllato, riesce a trasmettere quasi intatte le informazioni acquisite senza filtri emotivi.
        Ben vengano queste informazioni ! Per questo, personalmente, non amo molto i commenti solo emotivi o ironici anche perchè impediscono il confronto razionale sulle informazioni acquisite.
        Insomma, essi inducono, a loro volta, una emozione di rimando che non serve alla elaborazione razionale di un’informazione.
        Ovviamente ci casco anche io, nella sensazione/emozione poichè non sono puro spirito…!
        Chiedo scusa a tutti, ma mi sforzo di essere “indipendente”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Tania 8 mesi fa

      Non solo, togliere il denaro contante significherà ben altro, già lo si vede nei film americani, se diventi un ostacolo ti viene chiusa la carta di credito, non avrai più accesso al tuo conto, e non potrai nemmeno più comprare un panino nel vero senso della parola, e nessun parente od amico ti potrà aiutare, che siccome tutti abbiamo il nostro casellario personale computerizzato, come i prigionieri nei campi di concentramento, subito controlleranno, e ti chiederanno conto del perché hai improvvisamente comprato più pane…
      E dove scappi, e con che soldi, se tutto il pianeta è un unico Stato?
      Ti mette in qualche posto segreto a morire con quelli come te, questo lo può fare.
      Dio mio che orrore. Se è vero che tutto nasce da Dio, tutto è sua volontà, il microchip è nella Bibbia, per vedere di che pasta siamo fatti, io dico che sarebbe meglio la storia fosse un altra, preferisco pensare che siamo noi le belve…
      Quale padre per vedere se il figlio è una persona per bene, o meglio, per dare coscienza al figlio di essere una persona per bene nella sua più profonda essenza, o meglio ancora, il figlio attraverso le prove che il padre gli impone trova la forza per essere una persona positiva e giusta, chiede prove naziste? Mah!
      Io preferisco immaginare un creatore veramente potente, non un meschino.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mardunolbo 8 mesi fa

        Infatti siamo noi le belve che abbiamo messo in croce persino il Figlio divino, poichè ci rompeva le balle (a noi Gentili, ed agli “eletti” secondo la loro concezione e la concezione odierna della ex chiesa cattolica)
        Che deve fare ancora l’Onnipotente Creatore per noi, oltre ad inviare, ancora, messaggi dalla Sua e nostra Mamma celeste? Nulla, lasciarci a marcire nel nostro odio ed incredulità …ha già fatto abbastanza!
        Come scrisse un americano qualche anno fa:
        “Non volete Dio nelle aule delle scuole e nella politica?Disturba la mente credere Benissimo, d’ora in poi, tutto senza Dio e vedrete l’uomo cosa è capace di combinare !”

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Tania 8 mesi fa

          Ho votato tutti i tuoi commenti perché mi piacciono tutti, sono la giusta conclusione dei mIei dubbi, delle mIe incertezze, da atea rispetto gli Dei di cui narrano gli abitanti della Terra sono per questo continuamente alla ricerca del vero Dio, lo devo trovare tra quelli nominati o posso cercarlo al di fuori di tali nomi?
          Quello che mi è toccato per nascita, per usi e costumi, il Dio padre di Gesù, è quello che ho poi come riferimento, e mi piace, mentre non mi piace per nulla il Dio del Pentateuco, è come si trattasse di due entità diverse, non capisco.
          Da atea non ho mai provato fastidio per la croce in aula quando alzavo gli occhi, era comunque qualcosa di familiare, e ho sempre pensato che è proprio nel DNA il bisogno di credere, essendo noi esseri spirituali, anime spirituali, benché davanti a certi individui il dubbio che ciò sia vero può arrivare.
          Non ho fatto confusione tra la manipolazione che pochi fanno sui tanti, credere in un creatore non è bello, giusto : è normale!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Giorgio 8 mesi fa

            Tania, non deve credere ma conoscere.

            Mi piace Non mi piace
  2. Tania 8 mesi fa

    Noi siamo massa, è vero, il potere ci manipola, ci gira come gli pare, è vero, ci dice ogni attimo che siamo solo polli, eppure qualcosa non mi torna perché se fosse così il potere applicherebbe un regime rigido dittatoriale senza tante storie, non avrebbe bisogno di fingere che esista la democrazia, la “libertà di pensiero”, che vuole dire che comunque deve in qualche modo fare i conti con noi, no? Perché sa chi siamo, noi non sappiamo chi siamo, ma lui lo sa.
    Ecco perché penso che quello che è oggi il pianeta Terra, i disastri, gli orrori, è certo il potere che ha commesso tutto, ma con il nostro consenso, perché siamo tutti appartenenti alla stessa specie, sono sempre stata convinta che il più miserabile del pianeta lo riempi di ricchezze diventa un altra persona, non è più quello di prima, assolutamente, diventa un Rochefeller, quella razza lì.
    I ricchissimi andrebbero estromessi dai posti di potere perché non sono più esseri umani, non sono più in grado di capire il significato di comunità, dovrebbe proprio essere una regola, chi governa NON DEVE essere ricco. Punto. Per il bene della comunità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 8 mesi fa

      “E’ + facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel Regno dei Cieli (Paradiso)”
      Però, però…Lazzaro era ricco e S.Giuseppe pure non era affatto povero essendo un artigiano specializzato e discendente della stirpe di Re Davide.
      Quindi dipende dall’uso che si fa della ricchezza!
      Se si usa per conculcare gli altri e sottometterli è una maledizione !
      Il ricco agnostico o miscredente od ateo o, o, che non è veramente cristiano, è una maledizione per tutti !
      Basta scorrere la lista dei più ricchi del pianeta ; chi di questi è cristiano ?Adorano tutti o il denaro, o Budda o Confucio o Satana o che altro.. Ora di questa genìa è pieno il mondo e persone come Ambrosoli non si trovano più!
      Il Male sta in loro e bisogna capire proprio questo: la ricchezza è un ostacolo ENORME quando è senza la fede nel Dio Unico e Trinitario.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mardunolbo 8 mesi fa

        i politici italiani non sono ricchi, ma lo diventano quando fanno i politici e non mollano + il loro posto, cara Tania !
        E allora ? “chi governa non deve essere ricco” ?Il problema è dentro ciascuno, nella sua coscienza, non all’esterno nel suo denaro o ricchezza…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Daniele Simonazzi 8 mesi fa

    Tutti I politici destra, sinistra,centro ,multinazionali ,produttori di film ,squadre di calcio non esistono se l’EB…non sgancia.Henry ford che CE li aveva in orrore gli EB… Si e’ dovuto tappare Il becco altrimenti lo facevano fallire in 1 settimana .Digitate”mauro likar l’ ebreo Internationale” PDF gratis e comincerete a capire tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 8 mesi fa

      Cosa si intende per EB e CE?

      Riguardo agli ebrei è meglio che si VERGOGNINO di dirsi “popolo eletto” dopo aver ASSASSINATO BRUTALMENTE il figlio del Dio di cui sarebbero il “popolo eletto”, sti cialtroni!
      A meno che non si tratti di due Dei diversi, uno, il loro, pagano, spregevole, sanguinario, violento, brutale, vendicativo, puerile, vigliacco, mentre il vero Dio è il padre di cui parla Gesù, ecco che allora tutto prende un significato diverso.
      Aprire agli ebrei e al loro Dio vuol dire fare patti con Satana, ma stiamo scherzando? Nessun patto con i satanisti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. paolo 8 mesi fa

        Ma quali ebrei. Costoro non hanno neppure lo 0,0001% di sangue semita. Scommetterei che sono più ebreo io di loro , se mi sottoponessi all’esame del DNA. Questi sedicenti ebrei askenaziti sono solo una congrega di delinquenti originari dell’est europa, capelli castano/biondi occhi azzurri e pelle bianco latte, niente a che vedre con i tratti mediorientali. Finiamola di negare anche l’evidenza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Daniele Simonazzi 8 mesi fa

    Se scrivo LA parola EBREO tante volte vengo inabilitatato e mi si chiude LA connessione.Digitate: huge questions intervista a rosenthal.Eloquenza levantina!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace