"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Terrorismo

di Federico Pieraccini

Nella prima foto un ritaglio di un documento declassificato interno al dipartimento di stato USA. Testuale: “il modo migliore per aiutare Israele a contrastare il pericolo di un Iran dotato di armi nucleari è aiutare la gente della Siria a rovesciare Assad.”

 

Nella foto numero due, un ritaglio delle email della Clinton presa da Wikileaks, mostra come l’ex segretario di Stato fosse consapevole degli sforzi continui di Qatar e Arabia Saudita di armare e assistere l’ISIS in Siria contro l’esercito Siriano e la popolazione civile.

 

 

Leggi tutto…

 Un Pick Up bianco a New York è piombato contro mano su una pista ciclabile investendo biciclette e passanti;   l’autista, una volta sceso dal furgone, ha sparato sui passanti  gridando Allah Akbar.

Sembra che ci siano sette vittime e vari feriti. Allarme in tutta la zona di Manhattan  con intervento della polizia che ha sparato per bloccare  il terrorista che sarebbe rimasto ferito.

Non si sa ancora chi sia l’autore dell’azione terroristica e si può soltanto presumere che si tratti di un attentato fatto da una organizzazione terrorista islamica o dagli emulatori fanatizzati di qualche cellula terrorista presente a New York.  Si vedrà in seguito se la polizia , l’FBI o la CIA riusciranno a chiarire se si tratti di un caso isolato, se un atto organizzato o una “provocazione” per creare un clima di terrore fra i cittadini statunitensi nella vigilia della festa di Hallowen.

 

Un attacco all’arma bianca contro tre persone nella metro di Londra è avvenuto questa sera nei pressi della Stazione di Parsoons Green, la stessa del precedente attentato di Settembre.

La notizia è stata riferita anche da Scotland Yard e si era diffusa questa sera verso le 19,35 dopo che è avvenuto l’attacco contro tre persone, una delle quali è deceduta più tardi per le ferite riportate.

La polizia londinese in assetto antiterrorismo ha circondato la zona impiegando anche cani addestrati per catturare eventuali complici.
Sembra che l’omicida sia un iracheno ma la notizia non è stata confermata dalla polizia londinese che non ha voluto specificare se si tratti di un attacco terroristico. Alcuni testimoni hanno udito il grido di Allah Abkar proveniente dal vagone delal metro dove è avvenuta l’aggressione ma non ci sono al momento conferme ufficiali.

Grande preoccupazione ha suscitato l’episodio fra i tanti passeggeri che a quell’ora affolalno la metro e le stazioni. la polizia ha invitato alla calma e si aspetta un comunicato ufficiale.

Fonti: The Independent El Mundo Daily Mail

Le autorità di Baghdad hanno comunicato che processeranno 100 terroristi di nazionalità europea della banda takfiri dell’ISIS (Daesh in arabo)e del gruppo di Al Nusra, la maggior parte dei quali rischiano la pena capitale prevista per le leggi di guerra nel paese.
Questo l’annuncio dato lo scorso Venerdì dall’ambasciatore iracheno in Belgio, Jawad al-Chlaihawi, nelle dichiarazioni rilasciate alla Tv Belga RTBF. In queste dichiarazioni ha precisato che tra i componenti del Daesh che saranno processati ci sono cittadini belgi, russi (ceceni), francesi, britannici e cittadini di paesi dell’Asia centrale.

Questi terroristi sono stati tutti arrestati alla frontiera fra Iraq e Siria mentre cercavano di fuggire per sottrarsi alla cattura delle forze dell’Esercito siriano. Si tratta di quei terroristi che venivano definiti come “ribelli moderati” in Europa e che avevano ricevuto armi ed addestramento da istruttori statunitensi, britannici e francesi negli appositi campi creati in Giordania ed in Turchia.

Leggi tutto…

Sono stati i paesi occidentali, e fra questi la Lettonia, quelli che hanno promosso l’ondata terroristica che sta scuotendo il mondo”, assicura l’ex cancelliere lettone, Janis Jurkans
“Le guerre in Iraq, Afganistán e Siria, in cui partecipa anche la Lettonia, costituiscono la strategia del terrore ed è tramite questa che l’Occidente ha generato il terrorismo”, ha assicurato nelle sue dichiarazionoi Jurkans, il quale è stato il capo della diplomazia lettone tra il 1990 e il 1992, nel riflettere sul recente attentato terroristico registrato a Parigi, secondo le informazioni trasmesse questo Sabato attraverso ‘agenzia Sputnik.

Leggi tutto…

Un gruppo di uomini armati che indossavano tute mimetiche ha fatto irruzione nel ristorante Fadak, nel distretto di Dhi Qar, dopo aver colpito un posto di blocco della polizia nel distretto di Batha con un’autobomba

dalla redazione

Roma, 15 settembre 2017, Nena News – Mentre l’attenzione è rivolta al nuovo attentato con più di 20 feriti, con ogni probabilità ancora dell’Isis, che ha colpito oggi Londra, passa inosservato l’ultimo duplice attacco suicida compiuto ieri dallo Stato islamico sull’autostrada Dhi Qar-Bassora e in un ristorante di Nassiriya, in Iraq. Si tratta di un’altra gravissima strage. I morti sono 84 morti e i feriti 93 feriti, quasi tutti musulmani sciiti. Le vittime si stavano dirigendo verso la città santa sciita di Kerbala e tra i morti ci sono anche cittadini iraniani in pellegrinaggio. Il Califfato ha rivendicato l’attentato attraverso un messaggio diffuso dalla sua agenzia di stampa “Amaq”.

Leggi tutto…

di Lupo Glori

La propaganda ISIS sulla rete non conosce soste e alza il tiro, ogni giorno di più. Continuano infatti a circolare sul web i messaggi di invito, rivolti ai milioni di fedeli musulmani presenti nel Dar al–Ḥarb, ovvero sul “territorio di guerra” europeo, a colpire i miscredenti kafir con ogni mezzo.

Dopo gli appelli ad attaccare gli infedeli con assalti all’arma bianca, raffiche di kalashnikov e camion lanciati a tutta velocità sulla folla, che hanno ispirato i sanguinosi e drammatici attacchi terroristici degli ultimi tempi nel Regno Unito, Spagna, Francia ed altri paesi europei, lo Stato islamico esorta ora i suoi seguaci a specializzarsi nell’utilizzo di una originale e potentissima nuova arma, capace di compiere stragi di migliaia di vittime senza spargimenti di sangue: il veleno, con cui contaminare i prodotti alimentari presenti nelle grandi catene di distribuzione occidentali.

Leggi tutto…

Oltre un migliaio di terroristi dell’ISIS sono rientrati in Marocco ed in Tunisia dopo essere fuggiti dai campi di battaglia di Siria ed Iraq, dove la banda terrorista si trova sul punto di subire un collasso totale, schiacciata dall’offensiva delel forze siriane, russe ed Hezbollah.
Si ritiene che circa 300 terroristi (“foreign fighters”) siano rientrati in Marocco, da dove si crede che erano partiti sei dei 12 terroristi che hanno realizzato gli attentati di Barcelona, come ha informato il giornale britannico ” The Guardian”.

Nella fase culminante del potere dell’ISIS, si stima che circa 1600 marocchini abbiano viaggiato in Iraq e Siria, trasformandosi in uno dei gruppi nazionali più numerosi dei terroristi, dopo quelli sauditi ed egiziani.

Leggi tutto…

DI FULVIO GRIMALDI
Mondo cane

ISIS/SITE: tocca a voi!
A proposito dell’annuncio post-Barcellona di un imminente attentato in Italia, ce ne sono stati altri che minacciavano sfracelli in Vaticano, al Colosseo, la conquista di Roma.

Ma stavolta potrebbe essere diverso. Intanto la notizia proviene da fonte autorevole e credibile: il sito SITE di Rita Katz, portavoce e diffusore da anni del jihadismo più efferato, in particolare dell’ISIS, con il quale la collaborazione nella promozione di quel panico che si sa funzionale alle aggressioni belliche e all’instaurazione di regimi di polizia, è stretta e, come provano i risultati, efficacissima.

Leggi tutto…

Non possiamo non manifestare il nostro cordoglio per le vittime dell’azione terroristica effettuata a Barcelona ma rifiutiamo di aggregarci al coro degli ipocriti che manifestano sdegno e condanna ma evitano di parlare chiaro e spiegare chi siano i mandanti, i complici e finanziatori del terrorismo islamista in Europa.

Il terrorismo che colpisce, ormai a cadenza precisa, i paesi europei con stragi ed attentati non scende dalla luna ma è un fenomeno che ha precisi mandanti ed ispiratori. Non è la religione islamica intesa genericamente quella che spinge i terroristi a compiere le loro azioni criminali ma è una specifica ideologia travestita da religione, che si chiama wahabismo/salafismo, una deviazione malata della religione mussulmana che viene ispirata e diffusa dalle centrali dell’Arabia Saudita e dal Qatar.

Leggi tutto…