"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Storia e complotti

Alla fine il presidente Trump ha permesso la pubblicazione dei documenti fino ad oggi secretati  che riguardano il “Dossier Kennedy”.. Già da ieri è arrivata online una selezione degli ultimi documenti declassificati che riguardano l’assassinio di John Fitzgerald Kennedy, il presidente americano ucciso a Dallas il 22 novembre del 1963.

Tuttavia il presidente Trump si è riservato di mantenere ancora la segretezza sulle parti più sensibili del dossier adottando le cautele richieste dalla Cia e dalla Fbi «per motivi di sicurezza nazionale”. Vi sono ancora, secondo l’FBI, vincoli legali e preoccupazioni di politica estera» e di questa ultima parte si è rimandata la pubblicazione . Dagli Archivi nazionali degli Stati Uniti sono stati già messi online i 2.800 file sull’assassinio Kennedy per i quali Donald Trump ha concesso l’autorizzazione.

Leggi tutto…

di Paola Angelini e Pasquale Amato, Roma

[Questa intervista a Talal è il risultato di più conversazioni, di scambi di opinioni durante incontri a Roma, dopo mesi di missioni che lo hanno più volte portato nelle zone di guerra siriane. Talal Khrais lavora da molti anni come inviato di al-Manar TV, per la quale analizza la politica internazionale].

Intervista al Dott. corrispondente libanese di al-Manar TV, esperto e responsabile delle relazioni estere del Centro Italo-Arabo Assadakah.

Nel 1986 sono stato accreditato alla Stampa estera e presso il Ministero degli Affari Esteri come inviato di Assafir, autorevole giornale di lingua araba. Quasi ogni giorno il Direttore mi chiedeva un servizio sull’Italia: non ho mai smesso, fino alla caduta della prima Repubblica. Sembrava dovesse nascere uno Stato più autorevole, ma la montagna ha partorito un topolino.

Leggi tutto…

by Federico Dezzani

A distanza di quattro mesi dalla morte di Giulio Regeni, la procura di Roma ha finalmente imboccato il filone inglese delle indagini, concentrandosi sull’attività svolta dal dottorando italiano per conto dell’Università di Cambridge: la rogatoria internazionale si è però infranta contro l’omertà dell’ateneo, che ha classificato le ricerche di Regeni al Cairo come “confidenziali”. La pista inglese è molto solida, come testimonia il traffico delle celle telefoniche concomitante alla scomparsa ed al ritrovamento del cadavere di Regeni: sempre più elementi avvalorano l’ipotesi dell’operazione sporca per sabotare i rapporti italo-egiziani.

Di fronte all’omertà ed ai tentativi di depistaggio inglesi, urgono azioni drastiche e tempestive: richiamare l’ambasciatore a Londra? È il minimo.

Leggi tutto…

I tentativi degli USA, fatti da Obama,  di impedire la separazione del Regno Unito dalla UE non devono meravigliare gli euroscettici, visto che l’integrazione europea è sempre stata un progetto nord americano, come dimostrato da documenti della CIA (e dal OSS) citati dal giornale Telegraph.
La intelligence degli Stati Uniti ha finanziato segretamente la creazione dalla UE dalla metà del secolo XX, così come la formazione di istituti nel corso della presidenza Truman, Eisenhower, Kennedy, Johnson y Nixon, lo afferma il giornale, facendo riferimento alle fonti rivelate dell’epoca della Guerra Fredda, centinaia di documenti che risalgono ai primi anni ’50, oggi desecretati.

Leggi tutto…

di Adriano Scianca

Che Licio Gelli, ex venerabile della loggia P2, morto a 96 anni nella sua residenza di Villa Wanda, ad Arezzo, porti con sé nella tomba tanti segreti d’Italia è cosa sin troppo scontata da dire in questo momento.

Il nome del massone toscano – era nato a Pistoia il 21 aprile del 1919 – è stato per anni il jolly da giocare in ogni inchiesta vecchia e nuova, in ogni episodio poco chiaro della storia d’Italia, in ogni ricostruzione di ciò che ci sfugge su delitti, stragi, scandali, truffe. Lui, divertito, assecondava la sua fama, concedendo di tanto in tanto interviste piene di allusioni e ammiccamenti, su cui poi la stampa ricamava per settimane.

Leggi tutto…