"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Pubblicazioni

di HENRY DELASSUS       (Recensione  d. Curzio Nitoglia )

L’Editore Effedieffe (Viterbo/Milano) ha ristampato il primo volume del libro di monsignor Henri Delassus “Il problema dell’ora presente: antagonismo di due civiltà” (2 volumi, 1904, Lille, Desclée, tr. it., Roma, Desclée, 1907; rist. anastatica Piacenza, Cristianità, 1977), che è una vera somma del pensiero cattolico controrivoluzionario.
La lettura di questo libro è giudicata “indispensabile per chiunque voglia formarsi una conoscenza esatta sulla Massoneria ed il complotto anticristiano” (P. Copin-Albancelli, Le drame maçonnique, 1908, p. 49).

Leggi tutto…

Sabato 14 dicembre alla Sala Umberto di Roma si è svolta la presentazione del saggio di Sebastiano Caputo e Lorenzo Vitelli “Il Potere. Il mondo moderno e le sue contraddizioni” con la partecipazione di Francesco Giubilei (editore Historica), Carlo Sibilia (deputato M5S) e Diego Fusaro (professore e saggista). La sala gremita, più di 350 i partecipanti. A breve sul sito lintellettualedissidente.it il video integrale e le fotografie.
La Storia è un succedersi di rivoluzioni che sconvolgono le forme del Potere. Ha visto epoche in cui i governanti temevano i governati, in cui i popoli sovvertivano le istituzioni, ha visto le masse sollevarsi contro l’ordine precostituito. Ma non oggi. La Modernità opera diversamente, nuove dinamiche, un’altra guerra è in corso, senza il nostro assenso, senza la nostra benché minima consapevolezza.

Leggi tutto…

di Umberto Visani.

Fonte: Il Democratico

Nuovo Ordine Mondiale: i media ne parlano da tempo, molto spesso in un’ottica però totalmente fuorviante, che ha fatto sì che la tematica venga di sovente associata a becero cospirazionismo quando, al contrario, sono gli stessi “optimates” del mondo moderno e coloro che ne tirano le fila a parlarne e, cosa ben più rilevante, a condurre verso tale nuova realtà le masse ignare.

In tal senso, l’uscita il prossimo marzo del saggio “Governo Globale”, scritto a quattro mani dalla Dott.ssa Enrica Perucchietti – giornalista e scrittrice – e dal professor Gianluca Marletta – anch’egli scrittore nonché professore di italiano presso un istituto superiore di Roma – rappresenta un’opera egregia, dal momento che analizza la tematica con estrema precisione  e chiarezza, fornendo al lettore un quadro estremamente preciso e circostanziato dell’operato dei “padroni del mondo”.

Leggi tutto…

 

Libro-denuncia di Elio Lannutti. I banchieri sono gangster: noi crocifissi per colpa loro 

Nel libro Cleptocrazia lei sostiene la tesi che la crisi finanziario – economica scoppiata nel 2007 ha un colpevole: una cupola paramafiosa che si sarebbe arricchita ai danni di imprese e famiglie. Che prove ha?
Proprio in questi giorni il Wall Street Journal ha pubblicato i verbali riservati di una riunione al Fondo Monetario Internazionale del 9 maggio 2010. Doveva servire a  deliberare aiuti finanziari alla Grecia. In quell’occasione molti Stati non volevano quel piano, perché era un cappio al collo al popolo greco. Ma poi in maggioranza votarono a favore soprattutto Stati Uniti e Stati europei, tra cui Francia e Germania. Lo sa perché votarono a favore?
No!.
Votarono perché le banche francesi e tedesche erano piene di titoli di Stato greci per un valore di 78,8 miliardi di euro.

Di fronte agli avvenimenti che incalzano ed a quanto accade sulle coste italiane  (sbarchi in massa, naufragi, celebrazioni di rito) non bisogna lasciarsi fuorviare dalla massiccia propaganda  strumentale dei media e di coloro che prendono a pretesto ogni tragico avvenimento per imporre lo schema “buonista” dell’accoglienza a tutti i costi.

Occorre abituarsi a considerare le questioni per come sono nella loro essenza e non per come vogliono farcele apparire:  l’immigrazione di massa  non è un fenomeno spontaneo ma piuttosto un fenomeno provocato e come tale costituisce una delle armi più formidabili di cui dispongono i “mondialisti” (coloro che operano per l’affermazione di un nuovo ordine mondiale) per imporre l’annientamento delle identità delle Nazioni.

Codesta costituisce una delle branchie di quel mostro che si chiama grande finanza sovranazionale e che dispone di questo e di altri strumenti possenti per imporre un processo di trasformazione delle Nazioni destinato a realizzare in prospettiva il “nuovo ordine mondiale” (NWO), supremo obiettivo agognato dalle “elites” finanziarie mondiali.

Leggi tutto…

Il famoso analista e  politologo americano, Zbigniew Brzezinski, ha riconosciuto come sia arrivata alla sua fine l’egemonia globale degli USA. Ciò nonostante l’America continua a lottare per la supremazia mondiale, usando pero’ dei metodi nuovi.

“Nel sistema unipolare ereditato dagli Stati Uniti dopo la fine della guerra fredda, le decisioni prese a Washington determinavano  l’agenda internazionale, dopo 23 anni il contesto è cambiato e quel sistema oggi è giunto alla fine e non potrà più ristabilirsi per tutto il tempo che sarà destinato alla prossima generazione”.

Questa la considerazione fatta dall’ex consigliere per la sicurezza della casa Bianca, Zbigniew Brzezinski nel corso di un convegno.

Leggi tutto…