"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Neoliberismo e pensiero unico

Ilaria BIFARINI

Le previsioni economiche sono strumenti utilizzati dagli economisti per anticipare scenari futuri in base all’andamento di serie storiche di dati empirici e all’applicazione di modelli teorici di sviluppo. In un rapporto del 2014, “Le sfide politiche per i prossimi 50 anni”, l’Ocse prospetta gli scenari di evoluzione da qui al 2060.

Ne esce un quadro sconfortante e allarmante, le cui avvisaglie sono già riscontrabili nei fenomeni sociali e nell’economia reale. La crescita mondiale considerata a livello aggregato, ossia di Paesi Ocse (nei quali rientrano le cosiddette economie occidentali) e non Ocse, subirà un rallentamento e si attesterà a livelli di gran lunga inferiori a quelli pre-crisi. Entro il 2060 la quota dei paesi non OCSE nel PIL mondiale sarà significativamente maggiore di quella dei Paesi OCSE attuali.

Leggi tutto…

di  C. Alessandro Mauceri

Oxfam (Oxford committee for Famine Relief) è un movimento globale di persone che vogliono eliminare l’ingiustizia della povertà. Da molti anni realizza azioni dirette per ridurre la povertà nel mondo ma parallelamente, conduce studi e ricerche.

Secondo un recente studio realizzato da Oxfam, nel mondo, le otto persone più ricche possiedono un patrimonio pari a quello della metà più povera del pianeta, vale a dire oltre tre miliardi di individui. Tutte insieme. Ma non basta. L’un per cento della popolazione mondiale è più ricca del restante novantanove per cento.

Si tratta di dati che attestano non solo le differenze e le diversità che esistono sul pianeta dal punto di vista economico (in barba alle promesse, ai programmi per combattere la povertà e ai piani delle NU), ma che confermano quanto un numero sempre maggiore di economisti ripete da tempo: il coefficiente di Gini sta aumentando.

Leggi tutto…

Come finire nella lista nera di un’organizzazione ipergovernativa filoisraeliana.
Il caso di Enrica Perucchietti. Un invito a non lasciar passare nessuna intimidazione di questo tipo.
Ne va della libertà di parola di tutti noi.

Enrica Perucchietti – autrice di “False Flag”

Redazione16 giugno 2017 megachip.globalist.it

di Enrica Perucchietti.

Con nota di Pino Cabras in coda all’articolo.

La caccia alle streghe continua. Il mio nome è finito nell’elenco dell’Osservatorio sull’Antisemitismo in quanto sarei “complottista”.

Leggi tutto…

In una delle sue letture, «L’ideologia degli USA e le ambizioni statunitensi di un’egemonia globale», tenutasi il 16 febbraio 2016 nell’Istituto Russo di Ricerche Strategiche, Aleksandr Dugin ha sottolineato il carattere totalitario su cui si basano tali ambizioni.

Second Dugin, il neoliberalismo globale, guidato dal blocco anglo-statunitense, sta cercando di imporre al mondo, con una violenza più o meno velata, un autentico totalitarismo, la cui autoreferenzialità non tollera funzionalmente l’esistenza di visioni alternative.

Leggi tutto…