"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Conflitto in Siria

Il Comando Generale dell’Esercito siriano ha informato che le Forze Armate, in collaborazone con le truppe alleate, hanno recuperato tutti gli edifici e le posizioni dove si erano infiltrati i terroristi del Fronte Al-Nusra, nel corso della loro ultima offensiva avvenuta nella zona delle fabbriche di Jobar (provincia di Damasco).

Secondo le informazioni diffuse dall’Agenzia Sana, le unità d’Assalto dell’Esercito siriano continuano a perseguire i terroristi in fuga a Jobar ed hanno inflitto a questi enormi perdite (si parla di centinaia di terroristi eliminati). Le unità di ingegneria hanno disattivato le mine e gli artefatti esplosivi collocati dai terroristi nelle fabbriche tessili e nelle zone circostanti.
Il quartiere di Jobar e la zona delle fabbriche, nelle ultime 48 ore, si sono trasformate in un cimitero per l’elevato numero di terroristi uccisi.

Leggi tutto…

Secondo le fonti locali sono almeno 33 i civili siriani he hanno perso la vita questo Mercoledì durante l’attacco aereo della coalizione diretta dagli USA che afferma di combattere contro i terroristi (?). L’attacco è stato effettuato sulla zona di Mansoura, a 30 Km. a sud da Raqqa. Le fonti riferiscono che l’attacco ha prodotto la distruzione della scuola quasi per completo.

Leggi tutto…

Redazione –Una nuova strage causata dai bombardamenti della coalizione diretta dagli USA nel nord della Siria: centrata una scuola. Le prime infomazioni parlano di almeno 30 vittime fra i bambini presenti nell’edificio scolastico ed un numero imprecisato di feriti.

Questo episodio avviene dopo soltanto tre giorni dall’ultima strage provocata dai bombardamenti USA, che avevano centrato una moschea con 200 fedeli in preghiera, nelle vicinanze della città di Idlib causando 45 vittime ed oltre 120 feriti. Episodio attentamente occultato dai media occidentali come tutti quelli che coinvolgono le vittime di bombardamenti della coalizione USA e Arabia Saudita.

Notizia in corso di svolgimento. Ci saranno aggiornamenti successivi quando le squadre di soccorso siriane potranno accertare il numero esatto delle vittime.

Il regime di Israele è di fatto il “cane rabbioso” dgli Stati Uniti in Siria, secondo una informativa pubblicata il Lunedì da vari media internazionali.
Dall’inizio del conflitto in Siria, nel Marzo del 2011, il regime di Tel Aviv ha svolto un ruolo, ogni volta più provocativo e distruttivo, tanto all’interno come lungo le frontiere della Siria. La ingerenza israeliana nel territorio siriano è tanto chiara che alcuni osservatori assicurano che Israele opera come un “cane rabbioso degli USA” in Siria, si legge in una informativa pubblicata sul portale web New Eastern Outlook.

Il ruolo geopolitico di Israele come “cane rabbioso unilaterale” è stato il centro della politica statunitense dichiarata da almeno gli anni ’80 del secolo scorso, in particolare con riferimento ai ripetuti tentativi degli USA di rovesciare lo Stato siriano nel contesto di obiettivi molto più grandi diretti ad affossare l’Iran.

Leggi tutto…

La narrazione dell’ostaggio e il silenzio stampa

Theo Padnos, il protagonista dell’intervista che segue, è un giornalista statunitense di Atlanta, rapito in Siria nel mese di ottobre del 2012 e durante due anni prigioniero di al-Nusra, fronte siriano di al-Qaïda. Fu liberato nell’agosto 2014 per intercessione del Qatar. Fox news è il canale televisivo ‘’all news’’ più visto in assoluto negli USA, subito prima della CNN. L’autore dell’intervista a Theo Padnos è il rinomato giornalista Tucker Carlson, conduttore del seguitissimo programma di attualità politica ‘’Tucker Carlson Tonight’’, che va in onda dal 14 Novembre 2016.

Leggi tutto…

L’appoggio della Russia alle azioni del Movimento della Resistenza del Libano (Hezbollah) in Siria si è trasformato in un dilemma strategico per Israele.
Il portale israeliano Debka File ha pubblicato Sabato una informativa in cui ha analizzato il conflitto tra il regime di Israele ed Hezbollah in Siria ed il ruolo della Russia nelle tensioni tra entrambe le parti.

L’informativa fa riferimento ai movimenti di un convoglio militare appartenente ad Hezbollah che si muove dalla città sud occidentale di Al-Zabadani fino al monte Hermon, nella regione che, assieme alle alture del Golan –occupate da Israele dal 1967 – furono annesse dal regime israeliano nel 1981, senza avere il riconoscimento internazionale.

Leggi tutto…

Gli aerei della coalizione USA in Siria hanno bombardato ieri una moschea nella provincia di Idlib ed hanno prodotto 42 vittime civili. Una delle tante stragi di civili effettuate dall’aviazione USA in Siria, passate sotto silenzio dai media occidentali.
La Russia ha richiesto spiegazioni agli USA circa questo bombardamento contro un obiettivo civile e nel contempo ha esibito i resti di un missile statunitense AGM-114 Helfire nel luogo dove si è verificato l’attacco che ha lasciato sul terreno decine di morti e decine di feriti fra i fedeli che si trovavano nella moschea.
I resti del missile USA Hellfire, fotografati sul posto del bombardamento, non lasciano dubbi sulla implicazione USA nell’attacco, come ha assicurato anche il Ministero russo della Difesa.

Leggi tutto…

Redazione-L’Esercito siriano conferma di aver abbattuto un caccia israeliano che stava effettuando una missione di bombardamento sul territorio della Siria, nella zona di Palmira.

Secondo il comunicato dell’agenzia Sana, due caccia bombardieri dell’aviazione israeliana sono penetrati nello spazio aereo siriano provenienti dal Libano ed hanno colpito obiettivi nella zona di Palmira. Le Unità della Difesa aerea siriana sono entrate in azione ed hanno sparato i missili terra-aria contro i velivoli ed uno dei due caccia è stato abbattuto mentre l’altro è stato danneggiato.

Leggi tutto…

La forza aerea siriana ha sparato un missile antiaereo contro un aereo israeliano che stava effettuando azioni di bombardamento nel sud della Siria.

L’incidente ha avuto luogo nell’ultima ora di Giovedì, secondo le fonti militari israeliane, mentre le forze israeliane sono riuscute ad intercettare il missile. Inoltre l’Esercito israeliano ha fatto risuonare le sirene di emergenza nella valle del Giordano, nella Cisgiordania occupata, per causa del missile siriano.

Dall’inizio del conflitto nel 20111, le forze israeliane hanno effettuato più volte bombardamenti con la propria aviazione contro le posizioni dell’Esercito siriano.

Leggi tutto…

Il presidente siriano Bashar al-Assad ha approvato la realizzazione di una base navale iraniana nelle vicinanze della base aerea di Hmeymim, utilizzata dalla forza aerea russa in Siria, secondo fonti ufficiali della Repubblica. Il quotidiano Nezavisimaya Gazeta sostiene che è andato a buon fine l’accordo di concessione della base aerea all’Iran.
Le stesse fonti confermano che il Presidente Al-Assad ha dato la sua approvazione per una base navale che sia utilizzata per realizzare attacchi aerei contro lo Stato Islamico.

Non c’è una conferma ufficiale di queste informazioni ma la questione era stata impostata dal primo ministro israeliano Natanyahu nel corso della sua riunione con il presidente russo Vlady Putin, la scorsa settimana, lo scrive la Nezavisimaya Gazeta.

Leggi tutto…