"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

America in declino

Il presidente USA, Donald Trump, ha riconosciuto che l’appoggio della CIA ai denominati ribelli siriani è stato pericoloso e si è dimostrato un fallimento.
In un messaggio trasmesso il Lunedì attraverso in suo conto Twitter, Trump si è scagliato contro il giornale statunitense “The Washington Post” per aver inventato  notizie false circa la sua decisione di cancellare il piano della Agenzia Centrale di Intelligence degli USA (la CIA). per armare i denominati ribelli dell’Esercito Libero Siriano /ELS).

Leggi tutto…

di Wayne Madsen

Il dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ama rilasciare rapporti, molti dei quali contengono grande quantità di gergo e astrusità del Pentagono. Ma una recente relazione, pur non mancando del tipico esoterismo, contiene un messaggio chiaro e inequivocabile.
Il progetto neoconservatore del “Nuovo secolo americano”, che ha visto gli Stati Uniti impelagarsi in Iraq e Afghanistan, nonché nell’”infinita guerra mondiale al terrorismo”, è morto e sepolto.

Leggi tutto…

Paul J. Richards

L’esercito americano sta cadendo a pezzi per una serie di problemi che i generali preferiscono ignorare, scrive l’editorialista della rivista The National Interest Douglas Macgregor, esperto di storia militare e di questioni di difesa e in passato colonnello dell’esercito statunitense.

“Se Donald Trump non nominerà un ministro forte e ben preparato dell’esercito, che farebbe assumere responsabilità ai generali e chiederebbe cambiamenti radicali, l’esercito perderà molto di più che solo denaro,” — scrive Macgregor.

Leggi tutto…

di   WAYNE MADSEN

Chiedete agli esperti se la Costituzione permetta agli Stati americani di separarsi: vi diranno di no. Vi faranno notare che la guerra civile ha sistemato, non solo in teoria ma anche in pratica, la questione della secessione. Ma tutti i princìpi costituzionali considerati non impediscono agli Stati Uniti di passare dall’autorità di Washington a quella statale.

Sotto le politiche forti di Donald Trump, gli U.S.A. stanno sperimentando lo stesso rapido decentramento che altre federazioni, poi divisesi, hanno visto.

Leggi tutto…

Petar Djolic

“L’inferno è colmo di buone speranze e desideri” (S. Bernardo di Clairvaux).

Definire il concetto di intervento umanitario è problematico e, quindi, l’implementazione della sua concettualizzazione è controversa. Da una parte, l’intervento umanitario è di regola inteso come un’azione di ultima spiaggia presa da uno stato o da un gruppo di stati per alleviare o far terminare palesi violazioni dei diritti umani per conto ed in favore di cittadini di una minoranza etnica dello stato-bersaglio, attraverso l’uso della forza militare.

Leggi tutto…

Gli Stati Uniti sono la più grande fonte di terrorismo al mondo, non la Repubblica Islamica dell’Iran, secondo Robert Fantina, scrittore e analista politico statunitense che attualmente vive in Canada.

Si tratta di affermazioni forti che lo scrittore statunitense argomenta e con cui cerca di convincere esperti ed appassionati di politica internazionale.

Leggi tutto…

by Jonas E.Alexis

Perfino il portavoce dell’Amministrazione Trump  vuole ignorare il fatto che l’Arabia Saudita è ancora oggi coinvolta in operazioni segrete all’interno degli Stati Uniti? Non è Trump la stessa persona che dichiarava inequivocabilmente, nel corso della sua campagna presidenziale, che l’Arabia Saudita partecipò agli avvenimenti dell’11 Settembre?

Alcune idee sono tanto stupide che soltanto un politico e un fantoccio di Israele a Washington potrebbe prestare fede a queste, dato che  nessuna persona normale potrebbe essere tanto stupida. Si tratta di questo: Donald Trump di recente ha sollecitato la Corte Suprema a riattivare il polemico decreto con cui il Presidente pretende di proibire temporaneamente l’ingresso ai viaggiatori provenienti da sei paesi a maggiornaza mussulmana.

Leggi tutto…

di Luciano Lago

Nel tracciare un bilancio del giro fatto da Trump in Medio Oriente e poi in Europa,
il giornale web Global Times (edito in Cina),  in un suo editoriale, riferendosi al discorso fatto da Trump al G7, afferma che” la NATO ha spezzato il cuore dell’Europa” (Trump NATO speech breaks Europe’s heart )
..e si argomenta che ” Trump adesso vorrebbe trasformare la NATO in una sorta di corporation con una prospettiva propria più di un grande imprenditore che non di un politico” e questo accade quando la situazione politica e militare in Europa risulta oggi totalmente diversa rispetto al periodo della Guerra Fredda e la minaccia di Mosca è meno reale e la Russia non è più un rivale globale degli USA, motivo per cui il valore della NATO per gli USA è declinante e l’organizzazione dell’Alleanza Atlantica si è trasformata essenzialmente in uno strumento per mantenere l’ordine europeo sulla base degli interessi di Washington.

Leggi tutto…

Robert Fisk non poteva esprimersi meglio: “Trump sta per fare un vero casino in Medio Oriente” [in Inglese]. A seguito della sua decisione fantasticamente stupida di attaccare i militari siriani con missili da crociera, Trump, o per meglio dire dire, le persone che decidono per lui, probabilmente hanno capito che era “game over” per qualsiasi politica statunitense in Medio Oriente, così hanno fatto l’unica cosa che potevano fare: sono corsi incontro a quei pochi contenti di questa aggressione alla Siria: i Sauditi e gli Israeliani. Inutile dire che con questi due “alleati”, ciò che attualmente viene fatto passare per “politica estera statunitense” in Medio Oriente andrà solo di male in peggio.

Leggi tutto…

di Trita Parsi *

Il discorso di Trump tenuto a Rijad è stato interessante in molti sensi, incluso la sua linea dura con i Sauditi e con i loro alleati nel non fare abbastanza per fare fronte ai loro estremisti, invitandoli a metterli fuori gioco.
Tuttavia la parte più conseguente dello stesso può essere considerata la sua nuova linea per cui dispone che l’Iran venga isolato fino a che abbia un regime differente da quello attuale che parli al mondo in modo diverso.

Leggi tutto…