"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

America in declino

Bannon getta lo scompiglio a Washington

Il 23 ottobre scorso, a Washington, l’Hudson Institute ha organizzato un dibattito dal titolo: «Contrastare l’estremismo violento: il Qatar, l’Iran e i Fratelli Mussulmani».

L’Hudson Institute è un organismo di previsione, creato dal futurologo Heman Kahn. Vi fanno parte molti adepti del filosofo Leo Strauss.

Il pubblico era composto da alte personalità, membri del Congresso e dell’amministrazione, ambasciatori e giornalisti.

Leggi tutto…

di Finian Cunningham (*)

L’amministrazione di Trump sta accelerando una rotta di collisione con i suoi alleati europei sull’accordo nucleare iraniano. Washington chiede essenzialmente che l’Unione Europea si unisca alle sanzioni contro l’Iran o decreti sanzioni finanziarie. Come? In sintesi: intimidendo, facendo pressioni e corrompendo.

In un segno dei tempi, gli europei stanno resistendo alla pressioni americane. Con enormi investimenti già allineati tra i paesi dell’UE e l’Iran, l’amministrazione Trump è vista con disprezzo per aver deciso di minacciare gli interessi economici europei.

In una classica azione di ingerenza , Washington sta intimidendo gli alleati europei tanto da spingerli a riorientare i loro interessi strategici verso la Cina, la Russia e un ordine globale multilaterale in cui il potere americano diminuisce ancora di più.

Leggi tutto…

Il senatore repubblicano Bob Corker ha attaccato oggi pesantemente Donald Trump insinuando che questi non sia adatto per l’incarico che ricopre e che ha fatto degradare l’America al livello più basso.
“Credo che i leader mondiali siano molto consapevoli che la maggior parte delle cose che dice è falsa”, ha dichiarato Corker.
Lo stesso senatore rifiuta che siano affidati a Trump i codici nucleari, culminando in una straordinaria serie di denunce contro il presidente.

“Non so perché siamo arrivati ad un livello così basso e basso e di sfida al nostro paese”, ha detto Corker a CNN durante un’intervista nel Capitol, segnando un’escalation nella lotta retorica tra i due personaggi. “Ovviamente non sarà in grado all’occasione di essere all’altezza come Presidente degli Stati Uniti”.

Leggi tutto…

di Wayne Madsen

La Storia mostrerà che gli Stati Uniti, più di un decennio dopo essere stati guidati dai falchi neo-cons rabbiosi che hanno immerso il paese in conflitti costosi e sconsiderati come in Afghanistan e in Iraq, hanno assistito al sipario finale calato sulla loro guerra fredda per l'”American Century”. L’inaugurazione di Donald Trump, che agisce più come facevano gli imperatori romani ,Caligola o Nerone, che come un statista americano, sta accelerando la fase finale nel gioco di palcoscenico della Pax Americana.

I leaders del mondo stanno approfittando della disfunzionalità della politica estera statunitense per avanzare la loro richieste, mentre l’America è preoccupata con quello che il Segretario di Stato Rex Tillerson ha chiamato un idiota, il senatore senatore Bob Corker, presidente del comitato per le relazioni esterne, ha indicato Trump come “un bambino che ha bisogno di assistenza” da un adulto , e il governo nordcoreano lo ha definito come un vecchio rincitrullito nell’ufficio ovale.

Leggi tutto…

Nella giornata odierna sono arrivate le prime reazioni negative al discorso del Presidente Donald Trump con cui questi ha rifiutato di “certificare”l’accordo sul nucleare con l’Iran, che aveva visto nel 2015 l’adesione da parte dell’Unione Europea, inclusa la Germania e la Gran Bretagna,  la Russia e la Cina. Di fatto Trump, con il suo discorso, ha stracciato l’accordo sulla base di motivazioni che sono parse pretestuose ed infondate ai più, visto che la stesssa AIEA aveva confermato che l’Iran stava rispettando del tutto le clausole di tale accordo e lo stesso parere era stato dato dagli altri paesi che avevano sottoscritto il trattato ( JCPOA) .

A distanza di due anni Teheran ha dimostrato di adempiere ai patti e di rinunciare alla realizzazione di armi nucleari, Washington si ritira senza alcuna seria motivazione se non invocando il pretesto che l’Iran non avrebbe rispettato “lo spirito dell’accordo” svilupando il suo arsenale di missili a lunga gittata e con “l’aiutare il terrorismo nella regione”.

Leggi tutto…

Trump fa esplodere le accuse del senatore Bob Corker , presidente della commissione per le relazioni esterne del Senato sull’Iran ‘ ed avverte che le minacce di Trump rischiano di scatenare un conflitto mondiale.

La frattura del rapporto di Donald Trump con establishment del Partito repubblicano ha raggiunto un nuovo livello Domenica, quando il senatore Bob Corker ha descritto la Casa Bianca come “centro di assistenza psichiatrica all’adulto” e ha avvertito che il presidente sta rischiando di mettere gli Stati Uniti “sulla via della III Guerra Mondiale”.

Uno scambio straordinario di accuse tra Trump e la presidenza del comitato per le relazioni esterne del Senato ha avuto inizio quando Trump ha accusato Corker, che si è ritirato, di “non avere il coraggio” di correre per la rielezione.

In risposta, Corker ha scritto twitter: “È una vergogna che la Casa Bianca sia diventata un centro di assistenza per adulti. Qualcuno ha ovviamente perso il suo equilibrio questa mattina “.

Leggi tutto…

di Chris Hedges

L’impero americano sta per finire. L’economia statunitense è stata logorata dalle guerre in Medio Oriente e dalla vasta espansione militare in tutto il mondo. È carico di crescenti disavanzi, insieme agli effetti devastanti della deindustrializzazione e degli accordi commerciali globali. La democrazia USA è stata catturata e distrutta da oligarchie economiche che costantemente richiedono ulteriori tagli alle tasse, più deregolamentazione e impunità nel perseguimento di atti massicci di frodi finanziarie, mentre stanno saccheggiando del tutto trilioni di dollari dalla tesoreria statunitense sotto forma di salvataggi.

La nazione ha perso il potere e il rispetto necessari per indurre gli alleati in Europa, America Latina, Asia e Africa per fare la loro offerta. Aggiungete a questo la crescente distruzione causata dal cambiamento climatico e hai una ricetta per una distopia emergente. La supervisione di questa discesa ai massimi livelli dei governi federali e di quello statale è affidata a una collezione di imbecilli, con artisti, ladri, opportunisti e generali guerrafondai. E per essere chiaro, parlo anche dei democratici.

Leggi tutto…

di  Federico Pieraccini

Guardando al panorama politico globale nel corso dell’ultimo mese, due tendenze stanno diventando più evidenti. L’infame potere militare ed economico a disposizione dell’ America è in declino, mentre nel campo multipolare si è verificata un’accelerazione nella creazione di una serie di infrastrutture, meccanismi e procedure per contenere e limitare gli effetti negativi dell’attuale fase di declino unipolare dell’America. Questa serie di tre articoli si concentrerà in primo luogo sull’aspetto militare di questi cambiamenti in corso, poi l’economia in gioco e, infine, come e perché i paesi più piccoli stanno passando dal campo unipolare al campo multipolare.

Una delle conseguenze più tangibili del declino del potere militare statunitense può essere osservata nel conflitto siriano.

Leggi tutto…

di Luciano Lago

Trump scatenato e senza freni all’ONU pronuncia un delirante discorso in cui rinnova le minacce contro la Corea del Nord, contro l’Iran e contro il Venezuela.

Se andiamo ad esaminare a fondo il primo discorso tenuto dal presidente Donald Trump nel consesso delle Nazioni Unite, possiamo notare quanto questo risulti delirante, fuori della realtà e minaccioso.
Dal suo discorso si capisce che Trump si trova fuori della realtà perchè, mentre accusa l’Iran e la Siria, non si rende conto che Washington, nel corso di tutti questi decenni, ha appoggiato il terrorismo in tutto il mondo, sono gli USA che hanno creato Al Qaeda e lo Stato islamico (come risulta da innumerevoli prove e testimonianze) allo stesso modo come sono stati gli USA quelli che hanno favorito l’utilizzo delle armi chimiche contro il Vietnam, contro la Jugoslavia, l’Iraq , ecc. .

Leggi tutto…

Il celebre storico Alfred McCoy prevede che, nella misura in cui gli USA si vanno isolando e perdendo influenza internazionale, la Cina si andrà affermando come la nuova superpotenza militare ed economica.
Per quanto il presidente Trump sia alle prese con indagini circa il noto scandalo “Russia Gate”, lui stesso svolge le funzioni di comandante in capo su un Esercito che sta uccidendo uno spaventoso e sempre maggiore numero di civili.

Sotto il mandato di Trump, gli USA rafforzano la loro guerra in Afghanistan, ampliano le loro operazioni in Siria ed in Iraq, realizzano incursioni coperte in Somalia e facilitano apertamente la distruzione ed il genocidio nello Yemen da parte dell’Esercito dell’Arabia Saudita.

Leggi tutto…