"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

CAMBIO DI REGIME A CUBA

Cuba fiesta por la fin del bloqueo

Di Paul Craig Roberts

La normalizzazione dei rapporti con Cuba non è il risultato di un improvviso successo diplomatico o di un cambiamento d’opinione da parte di Washington. La normalizzazione è dovuta alle ditte statunitensi che cercano nuove opportunità di profitto a Cuba, come lo sviluppo di mercati per l’internet a banda larga.

Prima di rallegrarsi della normalizzazione, la “sinistra” americana e il governo cubano dovrebbero tenere presente che essa porta con sè il denaro americano e un’ambasciata USA. Il denaro americano conquisterà l’economia cubana. L’ambasciata farà da casa ad agenti della CIA intenti a sovvertire il governo cubano e fornirà agli USA una base dalla quale istituire ONG, i cui membri ingenui potranno essere chiamati a protestare in piazza al momento giusto, come a Kiev.

L’ambasciata inoltre renderà possibile a Washington addestrare una nuova squadra di leader politici.

In breve, la normalizzazione dei rapporti significa cambio di regime a Cuba. Presto Cuba sarà un altro stato vassallo di Washington.
Conservatori e repubblicani come Peggy Noonan e il senatore Marco Rubio hanno detto chiaramente che Castro è “un uomo malvagio che ha trasformato un quasi-paradiso in una prigione galleggiante”, e che normalizzare le relazioni con Cuba “non significa riconoscere legittimità al regime di Castro.”

Cuba-bloqueo-estados-unidos_0-1

La Noonan dimentica Guantanamo, la prigione offshore di Washington a Cuba, dove centinaia di innocenti sono stati rinchiusi e torturati per buona parte della loro vita dagli “eccezionali” americani. La rivoluzione cubana intendeva liberare i cubani dal dominio straniero e dallo sfruttamento di capitalisti stranieri. Qualsiasi fosse la probabilità di successo, mezzo secolo di ostilità da parte di Washington ha tanto a che fare con i problemi economici di Cuba quanto l’ideologia comunista.

La tracotanza degli americani è estrema. La Noonan è contenta: il denaro americano annienterà il lavoro della vita di Castro. Se non ci riuscirà il denaro, lo farà la CIA. A lungo l’agenzia ha aspettato di vendicare la Baia dei Porci, e la normalizzazione dei rapporti gliene fornisce l’opportunità.

Fonte: Paul Craig Roberts
Traduzione: Anacronista

*

code