"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Cade la mascheratura dei “ribelli moderati” appoggiati da USA, Francia e GB

I media e le TV occidentali ci avevano raccontato che i massacri ad Aleppo erano tutti causati dai bombardamenti delle forze siriane e russe e che, ad Aleppo Est, dove erano tricerati i “ribelli”, per lo meno 36 ospedali erano stati bomabrdati con centinaia di vittime. Nessuno doveva mettere in dubbio che ad Aleppo Est fossero esistiti 36 fra ospedali e cliniche, lo diceva la CNN, la BBC, la Reuters o lo ripetevano la RAI (RAI 3 in particolare) i TG di Mediaset edella 7. Come non credergli.

Raccontavano anche di “ribelli moderati” bombardati ed assassinati dalle forze siriane e russe, in quanto “oppositori” del regime di Al-Assad. Nascondevano il fatto che questi “ribelli moderati” mantenevano sequestrata ed in ostaggio la popolazione civile di Aleppo Est e che avevano trucidato già più volte quelli che cercavano di fuggire, anche bambini donne ed adolescenti.

Adesso arriva il momento della verità su chi fossero davvero i criminali jihadisti, tagliagole appoggiati ed armati da USA, Francia, GB ed Arabia Saudita . Anche l’ONU finalmente se ne accorge e diffonde un comunicato:
Siria, Onu: ribelli sparano sui civili in fuga da Aleppo Est
Portavoce: a sparare combattenti di ex filiale siriana al Qaida
Ginevra, 9 dic. (askanews) – I ribelli siriani asserragliati in una piccola parte di Aleppo Est stanno impedendo ai civili di uscire dalle zone da loro controllate e ci sono casi di spari contro gente in fuga. La denuncia arriva da un portavoce Onu.

“Alcuni dei civili che cercano di fuggire, a quanto pare, sono bloccati da gruppi armati dell’opposizione (…) in particolare dai militanti di al Fateh Sham”, l’ex Fronte al-Nusra; ovvero la filiale siriana di al Qaida, ha detto durante una conferenza stampa il portavoce dell’Ufficio delle Nazioni Unite per i diritti umani, Rupert Colville. (Fonte Afp).

Vedi: Terroristas imiden salida de miles de civiles en Aleppo Est

Nota: Adesso l’opinione pubblica italiana ed occidentale può rendersi conto di chi siano davvero  i “ribelli moderati” appoggiati dall’Occidente e di quante menzogne siano state diffuse negli ultimi mesi sulla situazione di Aleppo, una città martoriata dove la popolazione è stata sottoposta ai massacri dei mercenari sostenuti dalla NATO e dai Governi degli USA e della UE.

*

code