"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Blitz di Alba Dorata al Parlamento Europeo ad un incontro (pro Turchia) del Ppe

di Davide Di Stefano

Bruxelles, 4 marzo – Dura protesta di Alba Dorata oggi al Parlamento Europeo. Il deputato Lampros Fontoulis insieme ad alcuni assistenti tra cui Kostantinos Boviatsos, hanno fatto irruzione ad un incontro organizzato eurodeputato rumeno del Ppe, Csaba Sogor, sul divieto per le associazioni di minoranze turche che vivono in Grecia di definirsi tali nel paese, le quali possono solo definirsi “minoranza islamica”. L’evento è stato organizzato dall’Organizzazione delle Nazioni e dei Popoli Non Rappresentati (UNPO), in collaborazione con la Federazione dei Turchi della Tracia Orientale in Europa.

Fontoulis e gli altri esponenti di Alba Dorata hanno contestato l’iniziativa, accusando Sogor e gli altri organizzatori di essere pagati da Ong filo turche. Secondo i nazionalisti greci dietro questo riconoscimento si nasconde la volontà di rendere autonoma la Tracia Orientale, regione che si trova nel nord est della Grecia, piano dietro il quale si celerebbe direttamente il governo di Ankara.

La posizione di Alba Dorata è legittima, visto che la denominazione di “minoranza islamica” è sancita dal trattato di Losanna del 1923. La protesta di Alba Dorata contro questa iniziativa era già annunciata, a tutti i membri del Parlamento era stata inviata una lettera di protesta. Il deputato Fontoulis ha più volte gridato “vergognati!” nei confronti di Sogor, che ha reagito tentando di zittire l’assistente Boviatsos dicendogli “perché parli? tu chi sei? io sono un deputato” mostrando una certa superbia.

“Dietro questo incontro ci sono le organizzazioni turche che puntano all’autonomia della regione della Tracia Orientale, una delle più antiche e storiche della Grecia”, ha dichiarato Boviatsos al Primato Nazionale. “Ormai è chiaro che esiste un piano per distruggere la Grecia, la volontà palese di favorire l’immigrazione e l’islamizzazione per sotituire la nostra popolazione, passando attraverso uno smembramento geografico della nostra nazione. Si vuole dare la Macedonia agli slavi, l’Ipero agli albanesi, la Tracia e molte isole alla Turchia. Noi di Alba Dorata non possiamo permetterlo!”.

Fonte: Il Primato Nazionale

*

code

  1. mimmo 11 mesi fa

    Se tanto mi da tanto …presto sarà smembrata la penisola italica:
    Lombardo-Triveneto all’Austria,Piemonte/Sardegna+Liguria alla Francia,
    ex Granducato di Toscana alla Germania(tanto innamorati di quelle zone),Italia Centrale al Vaticano,
    ex Regno delle due Sicilie ridotto a protettorato americano governato dai Borboni.
    Si fa per ridere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. nessuno 11 mesi fa

      “Si fa per ridere…” mica tanto!

      Rispondi Mi piace Non mi piace