"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Beppe Grillo attacca la “Potente Lobby”

Beppe Grillo in conferenza stampa

di Luciano Lago

Beppe Grillo stavolta l’ha fatta grossa: ha attaccato la comunità ebraica che lo aveva duramente criticato per aver utilizzato il paragone della sacra Soha , l’olocausto degli ebrei, con la situazione attuale dell’Italia parafrasando i versi di Primo Levi (“Se questo è un uomo”) ,
“…se questo è un Paese che vive nel fango che non conosce pace ma mafia, in cui c’è chi lotta per mezzo pane e chi può evadere centinaia di milioni, di gente che muore per un taglio ai suoi diritti civili, alla sanità, al lavoro, alla casa nell’indifferenza dell’informazione (….) Un paese comandato da un vecchio impaurito delle sue stesse azioni che ignora la Costituzione. Considerate se questo è un paese consegnato da vent’anni a Dell’Utri e Berlusconi e ai loro luridi alleati della sinistra.
Un paese che ha eletto come speranza un volgare mentitore assurto a leader
da povero buffone di provincia………”

Ha fatto poi di peggio: non si è scusato quando già erano iniziati i “piagnistei” e le condanne dalla “potente lobby “ , naturalmente accompagnati dall’esecrazione di quasi tutto l’arco politico (1)  ma anzi ha osato attaccare il portavoce della comunità affermando che “quando tocchi i poteri forti come De Benedetti, le banche, i poteri economici, vengono fuori queste lobby che si fanno scudo di queste tragedie”…. “Oggi il lavoro fa più vittime e la P2 rende liberi” (…). “Abbiamo Shoa da tutte le parti, ne succede una all’anno dal Rwanda ai gas in Siria”
“Non chiedo scusa , la comunità ebraica deve cambiare il portavoce “, ha aggiunto Beppe Grillo.

Vedi: Grillo io non chiedo scusa

Queste frasi di Grillo bisogna ammettere che non sono conformi al “pensiero unico” e sono affermazioni coraggiose.  Oltre tutto bisogna ricordare che il mito di Primo Levi è stato fortemente intaccato dalle rivelazioni postume secondo le quali il Levi aveva partecipato alla fucilazione di due ragazzini partigiani.

Certamente non è da tutti criticare direttamente gli atteggiamenti di grida al “sacrilegio” che si levano quando si osa criticare la potente lobby, la stessa che compie crimini da oltre 60 anni in Palestina e si nasconde dietro la tragedia della Soha per evitare le accuse e darsi sempre l’aria di vittima anche quando i suoi componenti svolgono il ruolo di persecutori e di aguzzini della popolazione palestinese.
In questo paese si può criticare il Papa, il Presidente, tutti i Santi, mettere in dubbio lo Spirito Santo e la Madonna Santissima ma diventa un peccato mortale criticare o mettere in dubbio i “dogmi” della comunità ebraica.-  Si rischia di incorrere in scomuniche o peggio di essere oggetto di provvedimenti restrittivi previsti dalle leggi liberticide fatte approvare dal “partito unico”della sinistra /destra parlamentare.

Facile prevedere che adesso si scateneranno tutti contro di lui,  Beppe Grillo, lui stesso gli ha fornito il pretesto che cercavano. Ci rimane il dubbio lo ha fatto per leggerezza o si tratta di una mossa calcolata?
Vogliamo sperare che, con questa occasione, Beppe Grillo voglia dare una svolta al suo movimento, uscire dalle posizioni ambigue ed attaccare direttamente il vero potere, quello delle centrali finanziarie, delle grandi banche, della Troika di Bruxelles e Francoforte, dei trattati capestro, della oligarchia tecno finanziaria, fare una scelta netta e non limitarsi alla demolizione della casta dei “camerieri” del vero potere. Un ruolo troppo scontato e troppo comodo per un movimento che vorrebbe essere rivoluzionario.

1) -Da notare che nel coro di esecrazione si è subito distinto Ezio Mauro di Repubblica: “Grillo ha fatto una rottura degli schemi su cui si fonda la civiltà comune ….la lettura del 900 intera e dietro questa lettura si fonda il patto di civiltà, la cultura condivisa che condividiamo…… Grillo ha fatto una bestemmia di tipo storico, politico.  Che cosa ha fatto Grillo prima, nell’epoca della P2 ,del ventennio di Berlusconi….la sua è un’operazione programmata, non è una  gaffe , un tentativo di forzare i muri del sistema, ecc..

 

….

*

code

  1. Werner 3 anni fa

    Gli ebrei si credono intoccabili, e di fatti con questa cosa fatta da Grillo, ecco che subito l’UCEI fa sentire la sua voce, ovviamente di condanna.

    Mica Grillo ha fatto bestemmie oppure ha vilipeso i simboli della religione ebraica, ha semplicemente usato i versi di un’opera scritta dall’ebreo Primo Levi, e gli ebrei hanno avuto una presa di posizione tale come se il fatto fosse un atto di antisemitismo. La smettano gli ebrei con questo vittimismo ridicolo e becero, che é da 70 anni che prendono in giro gli occidentali con questa storia della Shoah, fatto storico la cui veridicità é tutta da dimostrare, cosa che le potenti lobby giudaiche che dominano il pianeta impediscono di fare.

    Semmai é la religione cristiana ha subire in più occasioni veri e propri atti blasfemi, e spesso avviene nei mass media occidentali controllati per la quasi totalità da magnati ebrei, soprattutto in Francia e USA, paesi dove le lobby ebraiche sono più potenti che in altre parti del mondo. Ma attenzione anche in Italia non si scherza, basti pensare a quanti ebrei, pur costituendo nemmeno lo 0,5% della popolazione, abbiano ruoli importanti di potere, in ambito politico, economico e finanziario.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Piero61 3 anni fa

    salve
    ..Grillo potrebbe aver firmato la sua condanna…avrà un incidente d’auto (mortale) senza testimoni ? come un certo Heider, di diverse spanne superiore a Grillo in tutti i campi ?
    saluti
    Piero e famiglia
    _____________________________________
    con la Russia e con Putin…in BOD we trust !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Gianni 3 anni fa

    Concordo pienamente con l’analisi di WERNER

    Rispondi Mi piace Non mi piace