"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Benjamin Netanyahu, primo ministro di Israele: “Dobbiamo evitare l’arrivo illegale di masse di immigranti che minacciano la nostra identità ebraica”.

Africans protesting in Israel

La Knesèt (il Parlamento di Israele) approverà una nuova legge contro l’immigrazione, ha promesso il primo ministro Nenjamin Netanyau nel suo discorso davanti alla camera legislativa nello scorso Lunedì.

Dobbiamo evitare l’arrivo in massa di immigranti che minacciano la nostra identità ebraica”,

Ha detto Netanyahu durante la cerimonia d’apertura della sessione d’inverno della Knesèt.

Il primo ministro si è impegnato anche ad aiutare i residenti del sud di Tel Aviv i quali hanno promosso manifestazioni di protesta contro la presenza in massa di immigranti nei propri quartieri.

Secondo Netanyahu  l’esistenza di un muro sulla frontiera, le leggi economiche ed il dialogo internazionale, i centri di detenzione hanno ridotto il numero dei migranti che entrano in Israele.

Netanyahu

A metà settembre il Tribunale Supremo ha annullato l’emendamento alla legge sui rifugiati, cosa che permette ad  Israele di mantenere in stato di detenzione per tre anni a tutti coloro che entrino illegalmente nel paese in attesa che si sottopongano a revisione i loro status di rifugiati.

“Se sarà necessario andremo ad approvare un’altra legge contro l’immigrazione ed andremo a recuperare la sovranità sulle nostre frontiere”, ha affermato Netanyahu.

Tomer Rosner , consulente giuridico della Knesèt, propone di richiudere in campi di detenzione tutti gli immigranti illegali africani ed impedire che possano lavorare in Israele. Propone inoltre che lo stato stabilisca dure condanne per coloro i quali utilizzino illegalmente gli  stranieri.

Michal Roisin, del partito Meretz, ha esortato il governo ad adottare misure per fare fronte a tale questione.- “Tutti i governi hanno promesso  a questi residenti del sud di Tel Aviv che andranno ad espellere  coloro che stanno richiedendo asilo. Allora  è venuto il momento che si mettano questi migranti su degli autobus e che vengano  trasferiti ad altri paesi. Questo è un problema nazionale che deve essere risolto”.

In effetti in Israele i è predisposto e risulta in fase di attuazione un piano per “trasferire” (in realtà deportare) più di 50.000 emigranti eritrei e sudanesi, in Uganda, anche se il governo Ugandese nega l’esistenza di questo piano, per collocarlo nel paese africano in cambio di aiuti militari che sarebbero forniti a quwl paese.

Il ministero dell’Interno di Tel Aviv aveva già annunciato l’inizio delle deportazioni di gruppi di immigranti africani che si trovavano illegalmente nel paese. In maggioranza si tratta di eritrei e sudanesi che sono arrivati in Israele attrverso l’Egitto nel corso degli ultimi otto anni.

Il titolare del ministero, Gideon Saar, ha riferito di un accordo esistente con un terzo paese africano per ricevere questi gruppi di immigrati. La responsabile del comitato parlamentare per gli stranieri, da parte sua, Michal Rozin, ha rilasciato una dichiarazione alla Reurers, che il paese ricevente sarebbe l’Uganda ed ha aggiunto che che Kampala avrebbe accettato l’accordo in cambio di denaro e forniture d’armi.

Il giornale israeliano Haaretz  ha confermato tali notizie specificando che si tratterebbe di forniture di armamenti ed un accordo per addestrare in Israele i piloti della Forza aerea di quel paese.

La decisione del governo israeliano ha causato molte polemiche e proteste anche da parte di alcune associazioni ebraiche fra le quali anche quella dei sopravvissuti all’olocausto  quali hanno promosso una manifestazione di protesta A Tel Aviv contro il piano di rimpatrio dei migranti. Nel corso della manifestazione la polizia ha arrestato diversi manifestanti africani che inalberavano scritte e cartelli di protesta “contro la politica razzista di Israele”.

Fonti:

http://sp.ria.ru/international/20130830/157953698.html

http://www.knesset.gov.il/spokesman/eng/PR_eng.asp?PRID=11011

http://www.haaretz.com/news/national/.premium-1.528026

http://news.yahoo.com/illegal-african-immigrants-protest-israel-detention-191547235.html

 

*

code