"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Assisteremo alla divisione dell’Ucraina? Le province del Sud e dell’Est assumono l’ordinamento costituzionale

ucrania-kiev-620x330

Ultimi avvenimenti in Ucraina

Le province del sud e dell’Este dell’Ucraina e la repubblica autonoma di Crimea (che fa parte dell’Ucraina) i cui rappresentanti si sono riuniti nella città di Jarki, hanno annunciato di voler assumere la pienezza dei poteri fino a quando non si ristabilisca l’ordine costituzionale a Kiev.

Alla riunione assitono i deputati di tutti i livelli ed i governi delle province di Donetsk, Lugansk, Dinipropetrovsk, Jarkiv e la repubblica autonoma di Crimea, ciosì come i sindaci delle città di Jarkiv, Sebastopol e Donetsk.
“Gli avvenimenti dei giorni scorsi nella capitale dell’Ucraina, Kiev, hanno portato alla paralisi degli organismi del potere esecutivo e la destabilizzazione della situazione nel paese, recita il documento che hanno approvato. Il testo della risoluzione include anche il richiamo ai residenti di queste province per organizzarsi in modo da far fronte all’invasione di gruppi armati illegali.
Gli organismo del potere centrale sono attualmente paralizzati, rivela il documento. “La Rada suprema (il Parlamento) funziona in condizioni di terrore, a punta di pistola e sotto la minaccia di assassinio,. Per questo motivo, le decisioni del Parlamento adottate in tali condizioni, sono messe in dubbio quanto a legittimità ed a validità”.
Dalla tribuna della conferenza, dopo aver adottato la risoluzione, è stato emesso un proclama ancora più esplicito: “Che si organizzino plotoni, battaglioni e formazioni di volontari. Davanti si pongano i veterani della guerra in Afghanistan! Alcuni gruppi terroristi si sono impadroniti del potere, bisogna opporre resistenza”.

Fonte Russia Today

Traduzione : Luciano Lago

*

code