"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Assad ad al Manar: i sauditi? Non sono ancora entrati nell’era della civiltà. Gli americani? Vogliono il caos e basta.

DAMASCO (IRIB) – Sono forti, decise e chiarissime, le parole che il presidente siriano, Bashar Assad, usa per descrivere la situazione del suo paese e soprattutto per presentare il ruolo degli attori regionali che influiscono sulla situazione in Siria.
Intervistato dalla rete libanese Al Manar, Assad ritiene poco probabile una prossima soluzione politica del drama del suo paese considerando che alcune nazioni straniere “non rinunciano” alle ingerenze.

Cosa vuole l’America?

A questa domanda Assad risponde spiegando che gli americani non vogliono ne la sconfitta completa dei terroristi in Siria, ne la loro vittoria. Loro vogliono la situazione attuale, il caos.

I capi sauditi ed Erdogan
“I capi sauditi non sono ancora entrati nell’era della civiltà”, e’ l’amara e pragmatica risposta di Assad che spiega: “Loro sostengono il terrorismo in Siria e ci minacciano. Ma cosa possiamo fare? Non vale nemmeno la pena rispondere. Se ci aspettassimo altro da un gruppo che non ha ancora conosciuto la civiltà, il problema saremmo noi e non loro”.
Per quanto riguarda Erdogan, ex amico di Assad, il presidente siriano lo definisce “il sultano dei Fratelli Musulmani” con “grandi ambizioni di dominio”. Il problema e’ che già ora, spiega Assad, Erdogan vede sconfitti i suoi piani, oltre che in Siria anche in Tunisia ed Egitto.

L’Iran?
La Siria e’ con l’Iran e l’Iran e’ con la Siria. Non e’ cambiato nulla. Questa la frase di Assad sulla nazione considerata il suo più grande alleato.
La Russia
Quella della Russia sulla Siria e’ una posizione di principio che e’ al di là del nome di un presidente o di un esponente politico.

Iraq ed Egitto
Sono paesi molto importanti per la Siria, sottolinea Assad, vogliamo ampliare le relazioni, persino con l’Egitto, non ci siamo comportati male con questo paese nemmeno quando era guidato dai Fratelli Musulmani con a capo Morsi.
Israele
Ci sta combattendo sostenendo i terroristi annidati nel territorio e questa e’ una forma di guerra ancor più pericolosa del passato.

Fonte: Italian Irib

*

code