"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Arrivato ad Aleppo un contingente di circa 3.000 volontari russi

Per lo meno 3.000 soldati russi sono arrivati nella città di Aleppo, nel nord della Siria, per prestare aiuto all’Esercito siriano nella battaglia contro i gruppi jihadisti (appoggiati da USA, Arabia Saudita e Turchia) che si trovano all’interno (quartieri ad est) ed all’esterno della città, secondo quanto comunicato dall’Osservatorio Siriano dei Diritti Umani con sede a Londra.

L’OSDH afferma che i combattenti russi sono arrivati nelle scorse quattro settimane ad Aleppo e sono stati condotti nella località di As Safira, che si trova quasi totalmte sotto il controllo dell’Esercito, nel nord di Aleppo. Questi soldati avranno il compito di combattere contro i terroristi trincerati nella città.

Secondo questo organismo oppositore, essi potranno partecipare alle offensive lanciate contro le posizioni dei terorristi a breve termine.
L’aviazione russa, da parte sua, ha lanciato più di 100 attacchi aerei contro le posizioni dei terroristi in Siria, nella notte del Lunedì.

A fine agosto attivisti locali nella provincia di Aleppo avevano passato informazioni al sito web di “Al Masdar News” che era stato visto un convoglio di militari russi che viaggiavano lungo l’autostrada del Castello nella capitale provinciale. Questo sito aveva affermato che, dopo aver parlato con membri dell’Esercito siriano e giornalisti locali, si era potuto confermare l’arrivo di un folto gruppo di militari russi in città.

Volontari russi in Siria
Volontari russi in Siria

Secondo una fonte militare della provincia di Aleppo, il convoglio consisteva in più di 120 soldati russi e includeva vari veicoli blindati.
Il personale militare russo in Siria è composto da consiglieri militari che aiutano a coordinare i piani di battaglia dell’Esercito siriano su diversi fronti, inclusa la zona di Aleppo.

Di recente si è avuta l’informazione che i volontari russi protranno partecipare ai combattimenti assieme all’Esercito siriano su Aleppo. Tuttavia si tratterebbe di volontari che non appartengono all’Esercito russo ma che hanno già combattuto su altri fronti, incluso quello dell’Ucraina.

Fonti: Al Manar

Hispan Tv

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. Ruteo 8 mesi fa

    Osservatorio Siriano dei Diritti Umani con sede nella periferia di Londra in via case sparse senza nunero !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. emilio 8 mesi fa

      guarda che è un organismo anti-governativo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gian matteo 8 mesi fa

    Dicono a Roma, (in romanesco) “mo mettice na pezza”
    Insomma hai combinato il pasticcio (usa&company)
    Ora la faccenda si complica e la situazione assume pieghe imprevedibili

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Eugenio Orso 8 mesi fa

    La fonte non è certo affidabile … La banda di farabutti che fa monitoraggio “diritti umani” – e disinformazione – è emanazione del MI6 britannico e di chissà che altro di criminale.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace