"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Aggressione delle forze USA contro la Siria: Attacco contro base dell’esercito siriano

Gli USA hanno effettuato un primo attacco missilistico contro una base dell’esercito siriano. Lo comunica la tv NBC News, su informazione proveniente da fonti governative.
Contro la Siria si ripete il collaudato copione Iraq/ Libia, sulla base di accuse precostruite su “armi di distruzione di massa”, gli USA lanciano un attacco militare unilaterale, come prima azione per prendere il controllo del paese arabo.

Secondo i dati trasmessi, gli USA avrebbero lanciato 50 missili Tomahawk dal Mediterraneo contro una base militare dell’esercito siriano situata nelle vicinanze di Homs, da cui, secondo il Pentagono, sarebbero partiti gli attacchi con armi chimiche.

La CNN comunica che l’attacco è avvenuto tra le 20 e le 21 di Washington, piena notte europea.

La Siria ha definito l’accaduto un “vile atto di aggressione”.

La Russia ha richiesto la convocazione urgente del Consiglio di sicurezza ONU.

Come noto, l’atttacco è stato preceduto da una massiccia campagna mediatica di falsificazione e di manipolazione dei fatti, utilizzando i bambini vittime di un “presunto attacco chimico ” delle forze siriane (mai dimostrato) per convincere l’opinione pubblica occidentale della “necessità” di colpire il regime di Assad. Stesso copione utilizzato a suo tempo per l’Iraq e per la Libia e prima ancora per l’attacco alla Serbia di Milosevic.

Tutti i media si sono prestati egregiamente a fare da megafono alla propaganda dettata dai mega media USA : “Assad assassino”, “Putin dittatore”, l'”Esercito siriano colpevole”, “crimini di guerra”, ecc…Concetti ripetuti fino alla nausea. Mancherebbe soltanto l’ingresso delle truppe dei “liberatori” e sarebbe completo il copione di tipo Hollywodiano.

Si sono distinte come al solito le TV italiane, dalla RAI alla 7 con, le menzogne trasformate in verità, con le fonti di parte come il fantomatico “Osservatorio Siriano per i Diritti Umani” (organo dei F.lli Mussulmani) elevato a fonte primaria e con gli “elmetti bianchi” (Organizzazione di Al Qaeda finanziata da intelligence USA e Britannica) elevata ad “eroi” e premiata con oscar cinematografico. Tutte le informazioni provenienti da fonti CNN, CBC e Reuters considerate vangelo indiscutibile. Opinionisti a comando con stipendio e bonus pagati da organizzazioni vicine all’Ambasciata USA.

Seguiranno altre informazioni e commenti……

*

code

  1. Ubaldo Croce 7 mesi fa

    Adesso vedremo il seguito e soprattutto cosa farà (se lo farà ) la Russia. Può farsi cacciare dagli USA dal Mediterraneo, dopo che ci é entrata alla grande? O é un gioco delle parti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Citodacal 7 mesi fa

      In ambo i casi non ne esce nulla di buono.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pingback: Gli usa, arbitrariamente, bombardano la SIRIA!! Le bugie hanno vinto anche questa volta! L’ONU come al solito non SERVE AD UN BEATO CAZZO!! | Disquisendo

  3. Mardunolbo 7 mesi fa

    Maledetti bastardi vigliacchi e criminali !
    Che la loro terra sia devastata da tutto ! Non vale alcun altro commento dopo questa aggressione !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Nicola 7 mesi fa

    Cito “La Russia ha richiesto la convocazione urgente del Consiglio di sicurezza ONU”… veramente la Russia doveva come minimo attivare S-300 ed S-400 e poi, secondo il ragionamento USA, abbattere la fonte dei Tomahawk!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Citodacal 7 mesi fa

    Questi imbecilli non hanno nemmeno immaginazione nel replicare più volte lo stesso copione. Segno che l’assuefazione generale è talmente assestata, al punto che una variazione alla monotonia della menzogna potrebbe risultare come una pericolosa fonte di dubbio e risveglio intellettuale.
    Sic transit gloria mundi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. 7 mesi fa

    Con buona pace di chi quando postai che Trump era semplicemente il piano B mi dette di Clintoniano, sveglia bimbi
    Chi tu che scrisse attendiamo qualche mese per giudicare Trump? Non c è ne stato bisogno Sveglia!!
    Previsione azzeccata ,si manda un folle psicopatico ultrafiloisraeliano ,alla presidenza ,con la flag di populista
    Gli si mette al fianco una squadra di dottor Stranamore ,si aspetta che dia il via alla escalation .
    Poi dopo il fungo nucleare ,lo si fa dimettere con l accusa di instabilità psichica.
    A quel punto tutti saranno rassegnati all’ globalismo come unica possibilità.
    Qui scrivono laureatoni ,ma la vista lunga pare avercela il terzamediuto.
    Chi era che attendeva l arrivo dell uomo della provvidenza? Illusi!!!!!!
    Questo demente e’ la replica del nipote di Salomon Rotschild (in arte Hitler)
    Che qui qualcuno considera un paladino della lotta contro il sionismo.
    Come già scritto speriamo che non tiri scirocco quando partiranno le testate tattiche nucleari.
    Continuate pure a invocare l altissimo , meglio conosciuto come samael yaldabaoth ,
    Uomini siate e non pecore matte
    Sì che l’ giudeo tra voi non rida

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 7 mesi fa

      Hai ragione, hai ragione ! Con tristezza e delusione mi accorgo che Trump ha decisamente saltato il fosso ed ha sforato in pieno la linea rossa !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giorgio 7 mesi fa

        Trump non ha saltato nessun fosso, è sempre stato fin dall’inizio dalla parte giusta, secondo il pensiero degli ameri-cani, l’unica a non averlo capito era la signora Ciccone, o forse voleva risparmiarsi metà pompini?
        La mia metafora insisteva nel treno, cioè il presidente americano rappresenta il macchinista e comunque doveva muoversi in quei binari, verso la direzione stabilita e nei tempi programmati, poi a parole poteva dichiarare ciò che più gli stava a cuore. La dimostrazione di ciò era l’impassibilità dei volti dei presidenti che l’avevano preceduto quando li dileggiava nel suo discorso d’insediamento, sembrava che dicessero; “Si parla, parla, anche tu come noi dovrai legare l’asino dove vuole il padrone.”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace