"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Obama espelle 35 diplomatici russi dagli USA

Pars Today – Barack Obama ha ordinato sanzioni contro dirigenti del governo e dell’intelligence russi in risposta all’ hackeraggio delle elezioni americane. Le sanzioni sono una risposta ai tentativi russi di ”nuocere agli interessi americani”: lo ha detto Barack Obama, che ha firmato oggi una serie di ritorsioni contro Mosca.

”Tutti gli americani dovrebbero essere allarmati dalle azioni russe”, ha aggiunto. Espulsione di 35 membri dell’ intelligence russa e chiusura di due complessi russi in Usa: è una della azioni della risposta Usa alle presunte interferenze di Mosca nelle presidenziali americane.

I 35 diplomatici russi espulsi come persone non grate, secondo il dipartimento di stato americano, sono funzionari operanti negli Usa che “hanno agito in modo incoerente con il loro status diplomatico o consolare”, probabilmente per essere stati coinvolti in attività di intelligence sotto copertura diplomatica. Hanno 72 ore di tempo per lasciare gli Usa, insieme ai loro famigliari. Il presidente Obama ha inoltre vietato ai russi l’accesso a due complessi ricreativi di proprietà del governo russo a New York e in Maryland.

Nota: Si aspettano reazioni da parte del Governo di Mosca.  Con questa mossa Obama cerca di mettere il nuovo presidente entrante, Donald Trump, di fronte al fatto compiuto di un netto peggioramento delle relazioni tra Washington e Mosca.

Rimangono ancora 22 giorni di tempo ad Obama per predisporre altre azioni nocive che possano lasciare traccia e creare difficoltà al prossimo presidente eletto.  Sono giorni cruciali e non si possono escludere altre “operazioni sporche” della CIA come quelle dell’assassinio dell’ambasciatore russo ad Ankara che tutti i media turchi hanno indicato come una azione che porta la firma di Obama. Un estremo tentativo per far interrompere il riavvicinamento della Turchia a Mosca ed allontanamento dalla NATO.

Quelli di Obama sembrano i “dispetti” del ragazzino che sa di aver perso e si vuole vendicare per essere stato escluso dal gioco.

Nota di L.Lago

*

code

  1. Giorgio 11 mesi fa

    “Quelli di Obama sembrano i “dispetti” del ragazzino che sa di aver perso e si vuole vendicare per essere stato escluso dal gioco”.
    Condivido appieno questa nota e comportandosi in questo modo rivela che ridicolo personaggietto sia.
    Ha avuto 8 anni per intraprendere simili azioni che avrebbe comportato delle conseguenze sulla sua successiva attività, ma da buon ipocrita ha atteso di attuarle all’ultimo quando i “frutti” dovrà gestirli il suo successore.
    Queste sono le persone del politicamente corretto tanto caro ai nostri sinistri intellettuali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 11 mesi fa

      Errato: “Ha avuto 8 anni per intraprendere simili azioni che avrebbe”, corretto: “Ha avuto 8 anni per intraprendere simili azioni che avrebbero”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tania 11 mesi fa

    Obama sta dimostrando al mondo intero 2 cose :

    A- Che il premio Nobel per la pace è una vaccata cosmica

    B- Che chi decide a chi dare il premio o è un cretino o è un colluso con la cupola che vuole il dominio economico-politico dell’intero pianeta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Tania 11 mesi fa

    Scusate il fuori tema.

    Non ci sono più le 4 stagioni, sono state sostituite dalla regolarissimissimissima influenza che ogni anno è puntuale come un orologio svizzero.
    Dico, precisa e puntuale, da dove spunta? Da quale laboratorio farmaceutico di altissimo bordo se ne escono questa baldracca e i suoi magnaccia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Tania 11 mesi fa

    Dei padroni degli USA si sa cosa penso, sono dei mostri orrendi e pericolosissimi, veri satanisti, ma cosa penso del popolo americano? Penso che sia composto di persone che decidono se essere repubblicane o democratiche in casa, fuori sono solo americani, nemici dell’intera umanità, che non percepiscono, non la sentono, è lontana più della Luna…
    Gli americani sono tenuti isolati in quella enorme prigione che sono gli USA, slegati dal mondo senza se e senza ma, che vedono con gli occhi delle loro tv…
    Gli americani essendo per la stragrande maggioranza dei poveri mentecatti senza nessuna sicurezza, senza la pur minima garanzia che una civiltà evoluta deve dare, sono senza soldi, non viaggiano, non hanno cultura, non pensano ad altro che come fare per arrivare a sera, sono drogati 24h a tempo indeterminato, sono infelici, folli, disperati, sono scappati da luoghi che non lasciavano tempo per i sogni, la realtà da noi è pressante, ma con i sogni non si mangia, e noi dovremmo vedere gli USA come un esempio da seguire? Ma fatemi ò piaccere!
    Gli USA sono l’edizione oltre Oceano dell’India e le sue Caste. Punto.
    E adesso si lavora parecchio per portare il popolo europeo a quella bassezza!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Eugenio Orso 11 mesi fa

    Nonostante Trump abbia avvertito il serpente Obama di non prendere iniziative a fine mandato, lo squallido assassino continuerà fino all’ultimo minuto a provocare gratuitamente la Russia cercando la guerra.
    Il piano dei padroni di Obama è quello di mettere Trump davanti a una situazione irrimediabile, che porterà alla guerra con la Russia.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Walter 11 mesi fa

    Scusate il fuori tema, vorrei augurare a tutti voi un Buon Anno 2017: alla redazione, a Lago, Tania, Salvatore, Piero, Eugenio, the Roman, Nicola, Nessuno, Paolo e a tutti gli uomini e le donne di buona volontà. Grazie a tutti voi per esistere e resistere all’omologazione del pensiero unico: qualunque cosa accada, siate sempre voi stessi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 11 mesi fa

      Grazie e ricambio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Eugenio Orso 11 mesi fa

      Molte grazie e contraccambio.

      Siamo veramente pochi e basta che ci guardiamo intorno ascoltando le conversazioni nella vita quotidiana, per renderci conto del disastro antropologico e culturale in questo paese.

      Cari saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. PieroValleregia 11 mesi fa

      salve
      grazie di cuore, contraccambio volentieri
      saluti e buon San Silvestro
      Piero e famiglia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. nessuno 11 mesi fa

      Un Grazie di cuore e contraccambio gli auguri,
      un Grazie alla direzione.
      un Grazie a tutti i lettori e partecipanti alle discussioni, a rileggervi con
      piacere l’anno (e non solo) prossimo, oramai alle porte….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Manente 11 mesi fa

    Se Trump non corre ai ripari, nei venti giorni che gli rimangono il meticcio potrebbe arrivare a provocare l’irreparabile. Quanto a Putin, speriamo che non sottovaluti la estrema gravità dell’assassinio dell’ambasciatore russo, l’abbattimento dell’aereo con a bordo la banda dell’armata russa ed ora l’espulsione dei diplomatici con argomentazioni risibili, una escalation di provocazioni che da qui al 20 Gennaio, potrebbero arrivare a livelli impensabili.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Umberto 11 mesi fa

    Eh si…la condotta criminale, quintessenza dell’ iniquità, di questo sporco impostore, potrebbe in verità raggiungere livelli ancor più abietti, stante che i suoi padroni sbraitano e urlano come bestie che odono il tintinnìo delle catene che, a breve, potrebbero esser messe a parziale assicurazione del loro infame operato. Barack Hussein è solo un pezzo di merda.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Eliseo 11 mesi fa

    Sono nuovo di questo sito. Cercavo qualcuno che ragionava con la propria testa.Sempre più pochi e sempre più con una nuvola di smog nel cervello. Sono pienamente d’accordo con i vostri commenti, continuate così. Buon anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 11 mesi fa

      Buon anno anche a te. Benvenuto tra noi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Tania 11 mesi fa

    Buon fine anno a voi tutti, oggi mia cognata mi ha mandato una vignetta, Charlie Brown che dice a Lucy :

    Stavolta non ci provo
    nemmeno
    a dire “anno nuovo, vita nuova”
    Sto bene con questa.
    Che non si sa mai.

    Cari signori, il 2016 è andato, sta a noi fare il 2017, alla faccia degli zombie da cui siamo circondati…
    Vi voglio bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Eliseo 11 mesi fa
      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giorgio 11 mesi fa

      Grazie.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Tania 11 mesi fa

    Quando te ne vai dal tuo posto di lavoro perché il contratto è scaduto puoi provare nostalgia, o piacere, che ti trovavi male e speri che nel prossimo ti troverai meglio, comunque hai chiuso, non te ne frega più niente, capitolo chiuso, quel luogo diventa estraneo, come quando sai che da quell’appartamento tra un mese te ne andrai via, non lo pulisci più, lo senti già lontano, che non ti appartiene più, Obama si comporta invece non come uno che tra 20 giorni se ne andrà, ma come uno che deve portare a termine una commessa e il tempo è ristretto, potrebbe fregarsene, questo lavoro è FINITO, questo appartamento è già di un altro, e invece dimostra più attenzione e premura che mai, come se appartenesse ad un Club che si muove sopra le cose umane, no? Questi di questo Club sia che siano al governo o che ne siano fuori si comportano come fossero sempre dentro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. PieroValleregia 11 mesi fa

    salve
    cosa dire o aggiungere a quello letto nell’articolo o ai vostri commenti ? questo è il personaggio che ha “guidato” per ben
    otto i gendarmi del pianeta, i risultati, nefasti, sono davanti ai nostri occhi, qualcuno potrà mettervi riparo ?
    saluti
    Piero e famiglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 11 mesi fa

      Condivido

      Rispondi Mi piace Non mi piace