"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

11/9, perché il consulente saudita dice che dietro c’erano gli USA?

Consulente governo di Riad: ‘l’11 settembre 2001 fu operazione esclusivamente americana, progettata ed eseguita all’interno degli USA’

di Giulietto Chiesa

Strane cose dal mondo mentre un’America lacerata e isterica fatica a mantenere il controllo degli scenari in cui è impegolata. Ora è l’Arabia Saudita che manifesta ripetutamente segni di inquietudine e di rivalsa.
Inquietudine ben giustificata se si tiene conto che Riyadh è letteralmente appesa alla protezione americana e israeliana, e ha fondati motivi per credere che una tale America sia sempre più bisognosa di cure psichiatriche. Inquietudine che potrebbe innescare inedite reazioni vendicative, per quanto collidenti con l’interesse strategico. Come nei casi che qui stiamo esaminando, che si stanno trasformando in accuse devastanti per l’immagine e il ruolo guida di Washington.

La più clamorosa delle quali è la rivelazione saudita secondo cui “l’11 settembre 2001 è stato una operazione esclusivamente americana, progettata ed eseguita all’interno degli Stati Uniti”. Boom! Affondati in un colpo solo i servizi segreti americani e i debunkers che da sedici anni difendono la versione ufficiale dell’11/9.

La dichiarazione è uscita sul quotidiano saudita (con sede a Londra), Al-Hayat, firmata dall’esperto legale del governo saudita, Katib Al-Shammari. Dichiarazione interessante, ma soprattutto “interessata” in quanto Riyadh è impegnata a sottrarsi alle accuse di avere partecipato in varie forme all’attacco terroristico, e di evitare quindi il micidiale codazzo di indennizzi alle famiglie delle vittime che si rovescerebbero sulle finanze dei sovrani feudali dell’Arabia Saudita. Dunque l’offensiva di Katib Al-Shammari sarebbe finalizzata a bloccare in anticipo sentenze di qualche tribunale americano. Tant’è che qualche mese fa il governo saudita ha fatto sapere a Washington che, in caso ci si incamminasse su questa strada, Riyad sarebbe pronta a ritirare quasi un miliardo di dollari dalle banche americane.

Il piatto è ricco e Katib non pronuncia parole al vento in un momento d’ira. L’11 settembre – ha detto – è uno dei temi che hanno consentito agli Usa gettare la colpa su una serie variabile di capri espiatori: da Al-Qaeda ai Taliban, dal regime iracheno di Saddam Hussein all’Arabia Saudita. E ora la minaccia di pubblicare documenti che proverebbero la partecipazione saudita all’atto terroristico dell’11/9 sarebbe la “solita operazione” di scaricare il barile sulle spalle altrui.
Il legale saudita entra pesantemente nel merito della ormai più che quindicinale disputa: “Tutte le persone ragionevoli del mondo, che conoscono le politiche americane e che hanno esaminato immagini e video [dell’11/9] , sono unanimemente concordi sul fatto che l’assalto alle Twin Towers fu una operazione esclusivamente americana, pianificata e portata a compimento all’interno degli Stati Uniti. Prova di ciò è la sequenza di continue esplosioni che drammaticamente si verificò lungo entrambi gli edifici (.). Esperti ingegneri strutturali li demolirono con esplosivi, mentre gli aerei che si sfracellarono [contro di essi] diedero il via libera alle detonazioni, ma non furono il motivo dei collassi”.

Credere in toto al signor Katib Al-Shammari non è possibile, essendo egli stipendiato per difendere Riyadh. Lo si vede bene là dove egli, insistendo sull’operazione “esclusivamente pianificata e portata a compimento negli Usa”, difende i suoi patrocinati e il Mossad israeliano, oltre all’intelligence pachistana Isi: tutti comprovatamente e variamente partecipi dell’operazione. Tuttavia chi – come me e i milioni di persone che non hanno mai creduto alla versione ufficiale dell’11 settembre – possono sentirsi in qualche misura confortati da queste deduzioni, che provengono dal campo avversario e sono destinate comunque, prima o dopo, a far saltare il coperchio della menzogna.
Ma quella di Katib Al-Shammari non è l’unica cicogna a volare fuori formazione. Il mese scorso un altro cittadino arabo-saudita, il direttore del Centro d’informazioni per gli Studi arabo russi, Dottor Majed Abdulaziz Al-Turki, ha sorpreso il foltissimo uditorio di militari di tutto il mondo (eccetto i paesi Nato) riuniti a Mosca per la Sesta Conferenza sulla Sicurezza Internazionale, con una relazione in cui ha dichiarato con tutta chiarezza che i gruppi terroristici “esprimono non se stessi ma le intenzioni di forze ignote, non visibili, in quanto sottoposti ai servizi segreti di alcuni paesi”.

Non è entrato nel dettaglio e non ha rivelatori di quali paesi stesse trattando ma, affinché non vi fossero dubbi sul significato delle sue deduzioni, ha aggiunto che questi gruppi “non hanno ideologia”, i loro scopi sono “mutevoli in quanto corrispondono ai desiderata degli sponsor e di coloro che li assoldano”. In altri termini il rappresentante saudita ha descritto i gruppi terroristici come mercenari al servizio di altri paesi, non necessariamente islamici.
Se il cognome Al-Turki indica – come si presume – la nobile famiglia di provenienza, si deve immaginare che, anche in questo caso, qualcuno a Riyadh stia cominciando a perdere la pazienza e lascia intendere che è pronto a dire, se necessario, chi guida la danza della guerra in Siria e chi c’è dietro al Califfato.

Siamo dunque di fronte a fughe di notizie che, tutte insieme, chiariscono come gli alleati degli Stati Uniti sono ben consapevoli, anche i più fedeli, del ricatto, cui sono sottoposti in continuazione, mediante la pubblicazione di materiali compromettenti. Se vale per l’Arabia Saudita, non c’è motivo di pensare che non valga per tutti gli altri, compresi gli alleati europei (intendendosi tanto di Stati quanto, personalmente, dei loro leaders).
Così si spiega assai bene come mai questi signori siano così inclini a prendere decisioni assurde, o apertamente contrarie ai loro interessi. Al punto che talvolta ci si chiede come sia possibile che siano diventati così stupidi. La spiegazione di un tale dilemma è invece molto semplice: essi eseguono ordini sotto ricatto.

Fonte: Megachip Globalist

 

*

code

  1. Mardunolbo 2 mesi fa

    Bellissimo preludio di affondamento della politica usa ? Sembra di sì !
    A furia di coltivare ratti di fogna dentro e fuori Usa, i neocon cominciano ad avere fuga di ratti e fuga di notizie che preludono a ben più di una lotta intestina dentro l’amministrazione governativa…
    Sembrano il preludio all’esplosione completa delle protervie di decenni di aggressioni a nazioni sovrane.
    Da augurarselo !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giorgio 2 mesi fa

    Trump ha dichiarato che è stata un’operazione interna degli U.S.A. e non a caso ha assunto i progettisti delle torri gemelle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 2 mesi fa

      Il progettista era uno solo ed era rimasto addolorato e perplesso dell’abbattimento. Non si capacitava della rovina. Non so che fine abbia fatto..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ubaldo Croce 2 mesi fa

    Questo articolo di Giulietto Chiesa merita la MASSIMA diffusione,tanto è preciso,tanto è chiaro.
    E’ di una limpidezza assoluta.
    Carissimo Giulietto,ti vorrei dire da queste pagine una sola e grandissima parola,veramente sentita:GRAZIE!
    Ubaldo Croce

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Tania 2 mesi fa

    L’11 settembre stavamo lavorando come sempre in ufficio con la radio accesa, e poi la notizia, nessuno lavorò più, tutti ad ascoltare, poi su nell’ufficio del presidente davanti al grande schermo, in diretta l’abbattimento della seconda torre, io ero affascinata… e poi la voce di un mio collega, un ragazzo di 27 anni, uno che odiavo, un fascista prepotente antipatico da morire, quelli che non temono nessuno, e dice : se lo sono fatti da soli, lampante”. Naturalmente essendo la cooperativa di sinistra del PD, cioè incapaci ormai di pensiero proprio, e logico, nessuno ci fece caso, intanto tutti gli ingegneri, compreso il presidente che più di tutti aveva parola da dover ascoltare in debito rispetto, a dire cosa era successo dal punto di vista strutturale, finito tutto contestai le loro teorie, io che non sono nemmeno laureata, e fu quello che mi rese antipatica al mio capo, che mi prese a mal volere, ma questa è un altra storia.
    Quello che mi aveva affascinata non era la questione strutturale, o l’aereo finto civile, che la bomba che portava sotto la pancia poi nemmeno si poteva vedere, no, ERANO LE RIPRESE…
    Io stavo guardando un film.
    Niente più e niente di meno che un film hollywoodiano, riprese perfette, dalla giusta distanza, niente emozioni da chi riprendeva… UN FILM. Devo dire ottima regia.
    Ero sconvolta, io ci ero stata dentro quelle torri, e per più anni, ci avevo fatto compere, ero salita sulla terrazza panoramica, poi al ristorante, un mito, e l’idea che quei porci degli americani avessero potuto fare questo, distruggerle, un mito per il mondo, pur di poter proseguire nelle loro paturnie di conquista de4l mondo, sti scemi, sti cretini, sti dementi, sti folli, mi rendeva terribilmente infelice, davvero non riuscivo a farmi una ragione che me le avessero abbattute.
    Passato il momentaccio di dispiacere ho cominciato a seguire documentari, e le mie domande…
    Quello che hanno fatto i padroni degli USA agli americani ed al mondo intero è roba degna di SATANA, sono esseri che non si possono nemmeno classificare come cattivi, ma proprio solo come BESTIE IMMONDE, sono esseri malvagi, l’essenza stessa del MALE, sono il CANCRO che questo pianeta, se non estirpa, se non si opera, lo farà morire!
    C’è un limite a tutto, anche alla malvagità! Ci deve essere un limite.
    Passato il momento ho cominciato a pensare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 2 mesi fa

      E comunque che si cominci a dire apertamente che l’attentato dell’11 settembre è frutto degli americani stessi, non si può considerare altro che come una cosa molto positiva per il mondo intero.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Paolo 2 mesi fa

      Bellissimo commento…complimenti Tania.
      A proposito di film hollywoodiano, il momento in cui si capisce troppo, troppo bene quel che scrivi, è quando ci fu una ripresa dal basso che inquadrava un uomo che alzava la testa alla vetta di un grattacielo proprio nel momento che un aereo si schiantava contro. Troppo fantastico per essere vero…li si era capito tutto e una scena del genere, così intensa, non l’ho mai vista in nessun film.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Paolo 2 mesi fa

      A proposito di Satana e bestie immonde, chi ormai ha capito chi sono gli EBREI SIONISTI, non si scomporrà più di tanto quando vede ciò che hanno sempre fatto nel mondo, fanno e faranno se non li si fermerà…ELIMINANDOLI PER SEMPRE DALLA FACCIA DELLA TERRA.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Silvia 2 mesi fa

        Ma Hitler stava gia’ cercando di farlo, quindi Lei forse dovrebbe sentirne la mancanza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. lister 2 mesi fa

          Beh??

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. lister 2 mesi fa

      “… uno che odiavo, un fascista prepotente antipatico da morire, quelli che non temono nessuno”

      Prepotente, antipatico da morire e, per di più, fascista… E, pensa un po’ che pazzo, non teme nessuno!!
      Che essere orribile, quel fascistaccio!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tania 2 mesi fa

        Si, penso questo dei fascisti, solo che poi quel mio collega si è rivelato un ottimo amico, è stato proprio quella frase detta quel giorno che me lo mostrato sotto un altra luce, ho visto un uomo con un cervello con la luce accesa, lui che mi disprezzava perché ero di sinistra io lo disprezzavo perché era di destra, abbiamo scoperto la stima reciproca, è stata una scoperta bella per tutti due, il luogo di lavoro non è solo lavoro ma anche armonia con i colleghi, fondamentale per stare bene, si sta più tempo con i colleghi di lavoro che con la famiglia, alla fin fine, purtroppo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. lister 2 mesi fa

          “Si, penso questo dei fascisti”
          La pensa così, forse perché le hanno imbottito la mente di bugie, circa il Fascismo ed i Fascisti.
          Sul Fascismo, la inviterei a leggere questo Articolo:
          http://centoopere.blogspot.it/
          e, sui Fascisti e la loro fede:
          “La Repubblica Sociale Italiana nelle lettere dei suoi Caduti” a cura di RIVISTA ROMANA 1963.
          Non sono “scritti di parte”: sono “dati di fatto”.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Giorgio 2 mesi fa

            La cosa, a mio avviso, più interessante era l’IGE (imposta generale entrate) che è stata in vigore fino al 1973 ed era allora del 3,2% tombale, ed il debito pubblico, pur tutte le attività sociali in essere, era irrisorio.
            Poi da quella data, non aggiungendo pressoché nulla di sociale, il debito pubblico è esploso direttamente proporzionale all’aumentare delle imposte, questa è democrazia, il primo fascismo.

            Mi piace Non mi piace
  5. Renato 2 mesi fa

    Povero Giulietto Chiesa. A causa del desiderio di incolpare gli americani, che certamente sono si delle carogne, che stanno destabilizzando e distruggendo il mondo, vede nell’11 settembre, la mano stessa della Cia.
    Ma quando mai gli americani fanno qualcosa contro e stessi solo per cercare una scusa per attaccare gli altri. Distruggersi da soli economicamente? A che scopo? Sciocchezze. Gli americani, distruggono solo gli altri, per avere il dominio assoluto su tutti. E, a causa di questo, si sono attirati l’odio di tutti, specialmente dei musulmani, che vedono nell’america il grande Satana. Gli islamici, attendono la fine del mondo. Attendono la venuta del Mahdi, del loro Messa. Non gli interessa altro, per questo, si immolano, e diventano dei kamikaze. Svegliati, caro Giulietto Chiesa, che certamente, sei dala loro parte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 2 mesi fa

      Renato, mi dispiace ma non la penso come Giulietto Chiesa se intendeva dire questo, dato che io a differenza di lui penso che gli Ammariccani sono un popolo di imbecilli, dementi, sempre sotto l’effetto di droghe pesanti per dimenticare la loro triste vita, le loro frustrazioni, che altrimenti scaricano sparandosi tra loro, il FAR WEST, sti dementi!
      Altro che Giulietto Chiesa… ma mi faccia il piacere!
      Lei è il tipico qualunquista banale e ovvio incapace di alzare di un solo centimetro il suo campo visivo, lei fa degli americani una unica soluzione chimica, e certo ha ragione in questo, ma deve dirci i componenti che la formano, e cioè la CASTA che come in India regola tale miserabile paesone, CANCRO del pianeta, che le piaccia o meno 2+2=4
      Il suo ragionamento fosse giusto gli USA non sarebbero un paese di Caste sociali con una cupola spaventosamente ricca oltre ogni misura ragionevole umana, giù fino agli ACCATTONI che pisciano sulle vetrine dei negozi, visto con i miei occhi, un paese civilissimo, nessuno disse loro di non farlo…
      Se proprio si voleva fare un attentato serio a quell’ORRENDO PAESE di me**a gli aerei non si schiantavano entro le 10 del mattino, quando dentro ci sono i SERVI, i pulitori, gli impiegati/schiavi, perché non hanno scelto le 3 pm? Perché a quell’ora sarebbero morte un ben altro tipo di persone, caro il mio signor Renato. SVEGLIAAAAA. Lei si svegli dal torpore mentale, a meno che anche lei non viva come gli americani sempre sotto l’effetto di allucinogeni per non dover pensare che porci sono i suoi idoli.
      Se lei andasse indietro con i ricordi, si rammenterebbe che cosa successe in borsa a Wall Street qualche giorno prima dell’11/9/2001… Vada a documentarsi che tipo di azioni furono vendute a chili… E quando mai i potenti si sono fatti scrupolo dei poveracci? I morti, più di 3000 persone, non ce n’era uno RICCO! Erano tutti maestranze, impiegati, laureati, ma gente che NON CONTAVA NIENTE! E vorrei ricordarle il comportamento SCHIFOSO E RIBUTTANTE di quel porco di Bush, che il tv, una settimana dopo il disastro, sulle macerie ancora fumanti delle torri mise una mano attorno alla spalla di un emozionatissimo pompiere facendogli i complimenti per il lavoro svolto, e gli disse “cheese”, e si sono fatti fotografare in posa, nemmeno fossero ad una festa di qualcosa, che SCHIFO!
      Bush, che ti sia maledetto, delinquente che non sei altro.
      Caro Renato, Giulietto Chiesa non direbbe mai quello che dico io, lui è troppo garbato!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Paolo 2 mesi fa

      Caro Renato, sei proprio andato…di testa. Non rispondo nemmeno alle tue farneticazioni…non si risponde a un visionario…bisogna solo compatirlo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. charlie 2 mesi fa

      ma non stiamo parlando di ammericans che si imbottiscono di hamburger con marmellata…conosci il backoffice finanziario delle top prime banks dopo il collasso delle Torri? il rapporto con la FED? svegliati ragazzo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Renato 2 mesi fa

    Per Tania e Mardunolbo. Dopo l’11settembre, è iniziata a circolare la voce, che c’era la mano della Cia nell’attentato. Niente di più falso. La Sinistra, si era adoperata moltissimo per proteggere il loro idolo Osama Bin Laden, e gettare la colpa sugli stessi americani, che avevano subito il colpo. Ma Bin Laden era stato creato dalla Cia, come l’Isis ora, e gli stupidi e prepotenti americani, lo hanno eliminato, solo per mostrare al mondo come si puniva il loro nemico che si era a loro ribellato. Gli Usa, utilizzano gli arabi per i loro interessi, ma, non hanno fatto i conti con le loro idee, che vanno oltre il denaro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 2 mesi fa

      Cioè Renato, tu vorresti farci credere che agli ammariccani riesci a fare quello che ti passa per il cervello? Alla fine dei giochini ho più rispetto del potere americano io di te…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. annibale55 2 mesi fa

    Beh…a me è rimasta una curiosità. In rete lessi qualche tempo fa che nessun ebreo morì nelle torri l’ 11 settembre. Lì per lì non ci feci molto caso ma giusto così, per sfizio, non sarebbe un dato tanto difficile da chiarire. Ora che Tania sottolinea l’ orario delle tragedie…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. THE ROMAN 2 mesi fa

      Soddisfo la curiosita’ di Annibale… Il giorno precedente l’11 settembre ,Donald Rumsteld,allora ministro della difesa,apparve in tv per annunciare che risultavano mancanti 2300 miliardi di dollari dai bilanci del pentagono,la cui contabilita’ era stata affidata all’ebreo Rabbi Zakheim. Il giorno seguente ,la commissione riunitasi in un ala del Pentagono per discutere di questa situazione e di eventuali azioni da intraprendere al riguardo,fini’ tra le vittime del supposto aereo dirottato contro una delle strutture piu’ potenti del pianeta,volando contro ogni legge della fisica ,a pochi metri da terra senza essere registrato da nessuna telecamera di sorveglianza,e senza lasciare residui del tremendo impatto,salvo un foro circolare di irrisorio diametro. Gli abilissimi terroristi, capaci di eludere le formidabili difese americane,riuscirono anche nell’intento di sorvolare New York a bassa quota per poi schiantarsi e provocare un incendio in grado di polverizzare centinaia di travi d’acciaio di 70 cm di spessore,e di far crollare una terza torre la WC7 ,senza neanche sfiorarla.Casualmente da poco tempo, Le torri erano state aquistate dall’Ebreo Silverstein e da lui assicurate espressamente contro eventi terroristici di questo tipo. La fortuna di quest’uomo e’ tale,che contrariamente alle sue abitudini di far colazione sulla terrazza delWTC insieme ai suoi figli,in quella tragica mattina si trovava altrove,come i 400 ebrei impiegati in una societa’ che aveva appena traslocato dallo stesso edificio. Effettivamente gli eletti devono godere della protezione speciale che dicono di meritare,altrimenti tutto cio’ potrebbe essere dovuto a premeditazione. Molti nazisti e cospirazionisti si sono permessi di evidenziare che gli ebrei residenti a New York e dintorni, siano stati destinatari di un SMS che li avvertiva di stare alla larga dalle torri ,in ebraico, dalla compagnia israeliana Odigo. Naturalmente di questo non si puo’ parlare , si tratta di individui sacri e percio’ intoccabili,come quegli studenti arrestati perche’ trovati a riprendere l’evento e festeggiare sul tetto di un grattacielo adiacente. Si trattava di studenti ,allegri per definizione, e il fatto che erano scientemente posizionati per riprendere il tutto una trascurabile coincidenza. I 3000 architetti ed ingegnieri del movimento Truth for 9-11,classico esempio di suggestione collettiva,non vogliono proprio comprendere che le leggi della fisica ,come quelle della natura,non possono opporsi alle verita’ ufficiali. L’incendio di qualche centinaio di litri di kerosene e’ sufficiente a polverizzare l’acciaio, non per le alte temperture generate, ma per la ragione suprema dell’ufficialita’. Che nesun ebreo dei tanti che normalmente pullulano i maggiori centri finanziari del mondo ,sia rimasto vittima dell’orribile attentato ,non c’e da meravigliarsi, semmai da rallegrarsi per i preziosi esseri . Viviamo in un mondo totalmente asservito alla supremazia di una setta satanica. Dobbiamo accettare per verita’ ,le falsita’ piu’ evidenti. Siamo chiamati ad onorare incessantemente martiri di un popolo che non e’ il nostro,di un martirio di cui non esistono prove e sul quale non si puo’ indagare. Ci impongono ideologie disumanizzanti , ci riducono in miseria , vogliono avvelenare i nostri figli. Di chi parlo ? Ma dei fascisti ,e’ ovvio. Dei fascisti che vogliono conquistare il mondo come quel pazzo di Hitler,e come vorrebbe adesso quel sanguinario di Putin. Meno male che ci sono tanti pii intelletuali ebrei a ricordarci quello che dobbiamo pensare, meno male che c’e’ papa Francesco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mardunolbo 2 mesi fa

        ..aggiungo un piccolo particolare, forse per qualcuno trascurabile: Silverstein aveva assicurato la sua torre (la terza torre crollata in modo “inspiegabile, del resto nessuno ha mai voluto indagare perchè…) del valore 5 volte il valore reale dell’immobile.
        Puro caso !
        Le Torri gemelle erano invece state acquistate da un altro , che avendo fatto fare uno studio di manutenzione delle torri aveva scoperto che il mantenimento di esse nel giro di venti anni avrebbe sforato ogni immaginazione di perdite. Ergo era il caso di evitare ogni manutenzione con l’unico sistema possibile adottato nel mondo. la demolizione controllata !
        Nei Serpenti Uniti vi sono parecchie ditte specializzate nella demolizione controllata degli edifici e parecchi giorni prima dell’evento catastrofico arrivarono decine di uomini addetti alla revisione/manutenzione degli ascensori. Occuparono dei piani e fu proibito agli impiegati, non addetti, persino di accedere alle zone d’operazione .
        I pompieri che erano accorsi per salvare quanti potevano riferirono di esplosioni a scadenza, ma non furono mai messe a deposizione le loro testimonianze, nè furono scritte nella relazione ufficiale se non come inciso ad indicare le scatole elettriche che saltavano per l’incendio. Come se un pompiere non fosse ben conscio ed esperto della differenza di suono tra un’esplosione da esplosivo ed un’esplosione casuale di una scatola elettrica…
        Ma questi sono solo alcuni particolari che , come dice Roman, solo i neonazisti antisemiti, tirano fuori per nascondere lo scandalo dello sterminio nella 2 guerra e la shoà ben più grave della shoà (che significa OLOCAUSTO volontario) del Re dei Re, Gesù il Cristo, Figlio di Dio che si offrì, appunto, volontariamente nella Suprema (ed unica) Shoa’…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. annibale55 2 mesi fa

        Grazie per la risposta.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Umberto 2 mesi fa

        Iddio ti benedica. Teniamoci forte: il bello sta arrivando. Romanamente ti saluto, amico mio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Tania 2 mesi fa

    Parliamoci chiaro fuori dai denti, solo i padroni degli USA potevano fare quello che è successo agli USA!
    Si potrebbe passare qui, tutti assieme, un simpatico e divertente sabato facendo l’elenco delle “stranezze” dell’attentato dell’11/9/2001.
    Da dove potremmo cominciare, dai “terroristi muniti di temperini” andrebbe bene? Ahahahah, che buffoni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 2 mesi fa

      Dopo qualche anno, mentre ero in Asia, trovai su internet che migliaia di ingegneri ed architetti americani (MIGLIAIA, non centinaia) avevano preparato un dossier in video che dimostrava l’assurdità della versione ufficiale.
      Era un video di 5 ore. Me lo scaricai e volli vederlo tutto. Alla fine dovetti rimangiarmi molte delle informazioni che avevo”ufficiali” e cominciai a pensare che fossimo stati tutti presi in giro.
      Quando recentemente (forse un anno fa) Lavrov o chi per esso scrisse un twitter deridendo la versione ufficiale sull’attentato dell’11 settembre, tirai un sospiro di sollievo perchè in Russia avevano capito che aria di menzogne tirava in Amme-ricca !
      Era l’inizio di una revisione di politica che , forse, avrebbe salvato il mondo.
      Noi siamo qua ora a discutere e commentare perchè la cappa di pensiero unico non può ancora soffocarci del tutto , anche perchè in Siria dei soldati fedeli alla nazione ed al loro presidente , stanno ancora combattendo contro il terrorismo fomentato dagli Usa per questioni di potere globale.
      E, per via di questi soldati eroi e questa nazione, è intervenuta la Russia facendo soffiare un vento di pulizia in tutto il mondo e facendo accecare d’odio Usraele che ora sta manifestatamente mostrando la collusione col terrorismo mondiale !
      Grazie a loro ! Via la Siria ed i suoi soldati , evviva Assad !
      P.S. per chi ha voglia di scoprire cosa successe l’11 settembre, basta stare col culo incollato alla sedia e cercare su internet e si trova forse alche tutto il video…buona visione !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Paolo 2 mesi fa

        MARDUNOLBO, i russi avevano già capito in tempo reale che era la solita sceneggiata americana. Diciamo che lo hanno confessato un po tardi, quando si erano ormai rotti i cosiddetti per quanto i servi degli ebrei-sionisti facevano contro di essi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. MS 2550 2 mesi fa

    Renato! basta leggere ” l’ intrepido” o “Il Monello”, torna alla dura realtà; è da quando sono nati dalla massoneria inglese che gli americani stanno rompendo le palla agli altri stati facendosi degli auto attentati, il Maine, il Mauretania, Pearl Harbour, il golfo del Tonchino….devo continuare o ti leggi qualche coas di serio?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PieroValleregia 2 mesi fa

      … magari ci fossero ancora Il Monello e L’Intrepido, adesso ci dobbiamo sorbire “ilfattoquotidiano” e wikipedia …
      comunque l’11 settembre è chiaramente opera dei “nazifascisti” … suvvia, siete “liberi ed emancipati” 😉
      non potete non saperlo
      saluti e buona notte
      Piero e famiglia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Pierino 2 mesi fa

    Ma è stato uno dei tanti esperimenti anche con cavie umane (1300 e + morti)? Fu fatto per vedere la reazione dell’acciaio e altri materiali al bombardamento con particolarissime armi non ancora note?…. http://www.nogeoingegneria.com/effetti/salute/sperimentazione-medica-sugli-umani-dal-1833-al-2005/

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 2 mesi fa

      Tanto per restare in tema di attentati con scopo preciso, una analisi fresca, fresca arrivata da Teheran:
      http://www.maurizioblondet.it/caos-metodo-governo-del-globalismo/

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mardunolbo 2 mesi fa

        Pierino mi ha dato un po’ di depressione per leggere la lista spaventosa di sperimentazioni umane fatte nei Serpenti Uniti d’America !
        Meglio non farsi ricoverare là !
        E’ proprio vero che dove non c’è una fede in un Dio che punisce il male, l’uomo diventa lui stesso Male !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Pierino 2 mesi fa

          Depressionamenti?! Ma no! Constatiamo solo i cognomi “eccellenti” di alcuni famosi “luminari” della “medicina” ed altre discipline… e oltre le incongruenze storiche, forse per ignoranza di chi espone, oltre anche il suo credo religioso, cerchiamo di restare sempre naturalmente tranquilli… https://www.youtube.com/watch?v=Cb_XbtlLaVY

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Mardunolbo 2 mesi fa

            Ma Pierino, sono vecchie analisi ! è tutto superato dal fatto che si trattava di umani; sappiamo ora che i goyim, non sono umani, sono animali parlanti, quindi meritano ogni cosa, non di essere trattati da uomini…
            Allude ad atrocità naziste , riguardo alla razza ed altre cag…e realmente nella zucca nazista, ma anche a forni e cadaveri dopo il bombardamento di Dresda (degli Alleati Kriminali) usati a dimostrazione di crimini tedeschi. E’ un gran bel pastrocchio di video con spunti veri e preoccupanti perchè usati nei Serpenti Uniti , dove la multirazzialità ha creato il melting pot , come desideravano gli Eletti e quindi esseri manipolabili ,ma fragili che necessitano di psicofarmaci “a gogò”.
            Poveri noi (come razza umana e come goyim) !

            Mi piace Non mi piace
          2. Pierino 2 mesi fa

            Che fosse un video pastrocchio proveniente addirittura dagli scientology non vi erano dubbi, ma alcune verità le esprime. Finite le condanne dei moderni “papi” agli eletti, quasi nessuno dei goyim ha avuto voglia di mettersi a leggere le encicliche preconciliari sulla “razza di vipere”. Per venire a sapere di essere animali parlanti di proprietà degli eletti, forse, a molti basterà questo video prima di qualche “meritata” macellazione(?)…a scanso di ogni sorpresa.

            Mi piace Non mi piace
    2. Tania 2 mesi fa

      La differenza tra gli USA che hanno fatto e fanno tuttora queste cose come penso il resto del mondo, sta nel fatto che si pongono come paladini del bene! Come quelli che danno l’ “esempio”.
      La più puttana tra le puttane che si pone come maestra di virtù! Che dire di chi le crede, a parte quelli consapevoli perché coinvolti economicamente, ovvio. Chi crede agli USA come modello di virtù alla fin fine fa parte dell’esperimento sul genere umano più vasto che si sia mai visto!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tania 2 mesi fa

        Ho postato male, era riferito al commento di Pierino sugli esperimenti USA sulle persone inclusi i bambini.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Vittoriano 2 mesi fa

    11/9 … dietro c’erano gli ‘U.S.A.’ ?

    Sì !

    Cfr.

    https://www.disinformazione.it/colpodistato.htm
    https://www.movisol.org/golpe.htm
    http://www.libreidee.org/2015/…/putin-11-settembre-organizzato-dagli-usa-eccovi-le-prove...

    Ma non solo … non soli !
    Perché l’ 11 settembre 2001
    in realtà è stato consumato un profondo rituale
    cabalistico apocalittico
    preparato da lungo lungo tempo …
    Le Twin Towers,
    le Vecchie Torri Gemelle abbattute
    l ’11 settembre del 2001,
    erano parte di una architettura iniziatica e segreta.
    Esse erano infatti le più alte
    Jachin e Boaz della storia umana
    e determinavano lo statuto degli U.S.A.
    quali nuovo Tempio di Salomone,
    nuovo Israele,
    nuovo popolo di DIO.

    ( http://www.marcovuyet.com/ALARMA%20LE%20DUE%20TORRI.htm )
    . . .
    Il crollo delle 2 Torri gemelle venne scolpito (nel 1997)
    sulle colonne dell’edificio della cattedrale di Saint John The Divine
    il cosiddetto Temple of Understanding,
    un’organizzazione che ha ammesso di voler instaurare una nuova religione mondiale.

    Il coronamento della Grande Opera massonica
    la ricostruzione del Tempio ( il Terzo)
    e la ri-velazione prossima del “deus absconditus”
    (l’ultimo Anticristo)
    che sorge dalla unione delle opposte nature
    imponeva, impone, il superamento della dualità ( le due torri )
    mediante un sacrificio (isiaco) di sangue

    due anni dopo l’ 11/9
    nel 2003 al vertice di Gerusalemme, conclusosi all’hotel King David
    lsraele è stato rivelato come il “Ground Zero” della battaglia centrale …
    (www.voltairenet.org/article126915.html)

    P.s.

    A proposito del coinvolgimento “ s a u d i t a “ . . .

    pro-pongo un suggerimento attraverso un indizio :

    NYC 9-11 memorial is an inverse replica of Islamic Kaaba at Mecca …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Daniele Simonazzi 2 mesi fa

    Tipico personaggio che parla solo per non dire niente,le sue parole sono silenzio ,e con una tale eloquenza e pertinenza che alla fin fine parla di niente.Chi non parla degli ebrei parla per parlare.Chi era il proprietario delle torri gemelli che casualmente quel giorno era da un altra parte a fare una visita dal dermatologo? Chi saltava dalla gioia su di un pulmino? Chi sfollo ‘ tutti I propri dipendenti poco prima del crollo ? Mah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. andrea z. 2 mesi fa

    Come si diventa padroni del mondo? “Centralizzando l’ordine e il potere attorno a una minoranza e spargendoo il caos nel popolo, ridotto al livello di burattini nel panico”.

    Molto più comodo che farsi obbedire dal popolo migliorandone le condizioni, risolverne i problemi sociali (dalla disoccupazione al disordine pubblico, dalle disparità crescenti ed inique alla droga). Le elites, governando col caos, non si assumono più alcuna responsabilità verso i cittadini delle crisi che provoca il capitalismo terminale. Anzi il caos finanziario permette di giustificare la concentrazione del potere delle grandi banche d’affari; l’11 Settembre giustifica il potere insindacabile dello Stato Profondo; la strage al Bataclàn, il mantenimento delle leggi speciali che Hollande aveva varato per la strage di Charlie Hebdo (aveva già sul tavolo il decreto da firmare).

    http://www.maurizioblondet.it/caos-metodo-governo-del-globalismo/

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 2 mesi fa

      Analisi perfetta. Purtroppo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace