"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Qualcuno conosceva Macron solo 4-5 mesi fa? Siamo onesti. Avrei risposto
che era una marca di patatine, un calciatore del PSG, ma non il prossimo presidente…

di Alberto Micalizzi.

Cerchiamo di essere obiettivi: i burocrati di Bruxelles con la collaborazione dei banchieri della City di Londra hanno fatto un ottimo lavoro in pochissimo tempo. Hanno costruito il prototipo politico perfetto, un po’ burocrate un po’ banchiere, un po’ Renzi un po’ Monti, paladino dei privilegi che le oligarchie finanziarie stanno consolidando sul continente europeo.

Leggi tutto…

Il gruppo terrorista dell’ISIS (Daesh in arabo) si trova sul punto di perdere tutte le zone sotto il suo controllo e l’unico fattore che può salvarlo dalla sconfitta totale è il presidente statunitense, come sostiene una informativa di un analista politico, Jon Perr sulla rivista Daily Kos.

In questa informativa pubblicata il Lunedì, si assicura che l’unico che può evitare la sconfitta totale del gruppo terrorista dello Stato Islamico è lo stesso presidente statunitense Donald Trump, il quale con le sue recenti decisioni sta sospingendo la macchina propagandistica dei terroristi.

Leggi tutto…

di Luciano Lago

Nello stesso giorno in cui il segretario di Stato USA, Rex Tillerson, in visita a Rijad, ringraziava per la loro forte cooperazione con gli USA i principi sauditi, quelli che tagliano la testa ai dissidenti nel loro regno, il Dipartimento di Stato USA ha lanciato un comunicato in cui veniva  denunciato  l’Iran come Stato patrocinatore del terrore, attraverso molte piattaforme e metodi.
Questo potrebbe sorprendere soltanto coloro i quali sono francamente convinti che gli Stati Uniti siano veramente interessati a combattere il terrorismo.

Chudete i vostri occhi ed immaginate questa scena: Rex Tillerson si trova in piedi su un podio da cui elogia i sauditi “per la loro cooperazione e per il conseguimento dei nostri obiettivi economici e strategici comuni”, mentre nello stesso giorno il Dipartimento di Stato invia un messaggio di posta elettronica a tutte la agenzie stampa  in cui si proclama l’Iran come “il principale Stato patrocinatore del terrorismo”.

Leggi tutto…

di Edmund Burke

Pakistan e India sono Paesi nucleari bloccati da decenni di intrighi indotti dall’occidente. Ciò finirà presto quando i due nemici siederanno con gli altri aderenti all’Organizzazione della Cooperazione di Shanghai (SCO) guidata dalla Cina, una delle organizzazioni che attuano il progetto “Fascia e Via” volto a rilanciare l’antica Via della Seta che permise lo scambio di beni e cultura in Eurasia dal 120 aC al 1450 dC. Considerando che la “B” dei BRICS è compromessa dal golpe di Wall Street (in Brasile) di un anno fa, il gruppo può estendersi attraverso la SCO, e permette a India e Pakistan di parlarsi su come collaborare in modo mutualmente vantaggioso è davvero gradito.

“Lavrov ritiene che l’adesione di India e Pakistan alla SCO “farà storia”

Leggi tutto…

di  Luciano Lago

Tutto come previsto il risultato al primo turno delle elezioni presidenziali in Francia: vincono i due candidati largamente favoriti, Emmanuel Macron e la Marine Le Pen.
Il primo, il giovane Macron, rappresenta largamente l’establishment della grande finanza e dell’elite politica dominante in Francia, quella collegata con la massoneria ed i circoli dei potentati finanziari sovranazionali.
Che sia di centro o che sia di destra o che appartenga alla sinistra social democratica (quella stessa sinistra squalificata del presidente uscente Francois Hollande), conta poco o nulla. Si tratta soltanto di distinzioni formali dei vecchi schemi del 900 ormai obsoleti.

Leggi tutto…

L’Esercito siriano ha realizzato una importante avanzata conquistando nella zona a nord di Hama le posizioni che erano occupate dai terroristi dei vari gruppi jihadisti, che si erano attestati sulla zona.
In particolare, per ottenere questi successi militari, le forze siiriane hanno dovuto combattere contro i gruppi terroristi, equipaggiati ed armati dagli USA e dall’Arabia Saudita, fra i quali il più consistente quello del denominato Hayat Tahrir al-Sham .
Le truppe siriane hanno adesso il loro controllo sulla cittadina di Halfaya, sul monte di Al-Nasaria e su varie tenute della zona nei dintorni di Hama. L’avanzata delle forze siriane ha provocato la ritirata dei gruppi takfiri.

Leggi tutto…

MATTARELLA SGRIDATO DAL PATRIARCA DI MOSCA
Il Patriarca di Mosca Kirill è stato sorpreso dalla mancanza di reazione da parte della comunità internazionale per gli atti di violenza contro la Chiesa in Ucraina

Nel suo ultimo incontro con il presidente italiano Sergio Mattarella (12 aprile), il Patriarca di Mosca ha presentato al suo interlocutore delle foto degli di atti di violenza esercitati contro i parrocchiani della Chiesa ortodossa di Ucraina da formazioni di paramilitari. «Il silenzio della comunità internazionale stupisce», ha dichiarato il Primate della Chiesa ortodossa russa al ricevimento pasquale annuale organizzato dal Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa. «Si opprime la nostra Chiesa, si cerca di privarla dei suoi diritti civici, si cerca di adottare leggi che escludano la normale registrazione delle parrocchie ortodosse in Ucraina, ci si impadronisce delle chiese con la forza”.

Leggi tutto…

Almeno tre persone sono rimaste uccise in conseguenza di un bombardamento che il regime israeliano ha effettuato su Quneitra, nel sud est della Siria.
La notizia è stata diffusa da fonti locali, aggiungendo che gli aerei da combattimento israeliani avevano puntato su un accampamento delle forze siriane nella citata regione.
Non si tratta della prima volta che il regime di Israele realizza attacchi sul territorio siriano.

Tali attacchi, secondo gli analisti, sono destinati a debilitare l’Esercito siriano, visto che ci sono evidenze circa la cooperazione tra il regime israeliano ed i gruppi terroristi, come il Fronte Fath al-Sham (antico Fronte Al-Nusra), che combattono per rovesciare il Governo del Presidente siriano Bashar al-Assad.

Leggi tutto…

Finalmente anche alcune testate giornalistiche si accorgono di chi si trova dietro il piano di invasione dell’Italia, chi lo finanzia, chi lo favorisce e quali sono gli interessi che sono collegati all’immigrazione clandestina. Quello che noi andiamo denunciando e scrivendo da anni diventa finalmente una notizia di cui parlare anche in concomitanza dell’indagine aperta dalla Procura di Catania sulle ONG che hanno il compito di prelevare i migranti dalle coste della Libia e farli sbarcare sulle coste del sud Italia.

Da Il Nord:

Le principali ONG impegnate nel traffico di africani verso l’Italia sono: Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms, Sea-Watch.org, Sea-Eye, Life boat.

Leggi tutto…

‘Per la prima volta nella storia dell’umanità viviamo una
situazione pericolosissima che mette a rischio la stessa
sopravvivenza della specie umana’
Redazione
di Patricia Lombroso.

«Per la prima volta nella storia dell’umanità viviamo una situazione pericolosissima che mette a rischio la stessa sopravvivenza della specie umana. Parlo della capacità mostruosa odierna di uccidere da parte degli Stati Uniti. Grazie al progetto iniziato anche con l’amministrazione Obama ed ora finito nelle mani di Trump, per l’ammodernamento tecnologico nucleare che ha raggiunto livelli radicalmente superiori all’arsenale nucleare russo quale deterrente.I margini si sono assottigliati al punto che non si può escludere una catastrofe nucleare».

Leggi tutto…