"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Caracas, 22/08 (Prensa Latina) Arturo Vilar, uno degli accompagnatori dell’ex procuratrice generale Luisa Ortega nella sua fuga in Colombia, è stato integrante dell’antica Disip, un organismo responsabile di numerosi crimini politici in Venezuela, come divulga oggi un media investigativo.

D’accordo con la pagina web “Mision Verdad”, è stato un canale privato statunitense che ha identificato Vilar come il terzo compagno di viaggio dell’Ortega verso Bogotà e ha rivelato che questo individuo è stato il capo della sezione di stampa negli anni 90 dell’antica Direzione dei Servizi di Intelligenza e Prevenzione (Disip).

Leggi tutto…

Oltre un migliaio di terroristi dell’ISIS sono rientrati in Marocco ed in Tunisia dopo essere fuggiti dai campi di battaglia di Siria ed Iraq, dove la banda terrorista si trova sul punto di subire un collasso totale, schiacciata dall’offensiva delel forze siriane, russe ed Hezbollah.
Si ritiene che circa 300 terroristi (“foreign fighters”) siano rientrati in Marocco, da dove si crede che erano partiti sei dei 12 terroristi che hanno realizzato gli attentati di Barcelona, come ha informato il giornale britannico ” The Guardian”.

Nella fase culminante del potere dell’ISIS, si stima che circa 1600 marocchini abbiano viaggiato in Iraq e Siria, trasformandosi in uno dei gruppi nazionali più numerosi dei terroristi, dopo quelli sauditi ed egiziani.

Leggi tutto…

La recente vittoria di Hezbollah ottenuta ad Arsal sul confine libanese-siriano contro il gruppo del Fronte Al Nusra, ha migliorato l’immagine ed il prestigio del movimento Hezbollah in tutta la regione, come sottolineato anche da vari giornali statunitensi fra cui il “think tank” Carneige.

Nei giorni scorsi il leader di Hezbollah, il Secretario Generale, Hassan Nasrallah, ha fatto un discorso televisivo in cui, commentando i recenti successi del movimento ottenuti contro i gruppi terroristi, ha rivendicato questi successi come un patrimonio di tutto il popolo libanese ed i popoli della regione, mussulmani, cristiani, drusi e gli altri, che hanno sofferto l’occupazione e gli attacchi dei terroristi takfiri.

Leggi tutto…

I militari e la Goldman Sachs hanno defenestrato  Bannon dalla  Casa Bianca e il presidente Trump si trova “castrato” e sottoposto a speciale “sorveglianza” da parte della Elite di potere di Washington.

di   Alfredo Jalife Rahme *

La rivista “World Socialist” afferma che, con il licenziamento del “fascista” Steve Bannon – ex ufficiale di Marina, ex banchiere e principale stratega politico di Trump-, “i militari dimostrano il loro controllo” sulla Casa Bianca.
La sua defenestrazione è stata gestita tre giorni dopo la conferenza stampa di Trump con cui questi aveva difeso  i manifestanti nazisti e suprematisti bianchi di Charlottesville, cosa che ha provocato una crisi politica senza precedenti a Washington, crisi che danneggia seriamente la credibilità degli USA nell’arena internazionale e crea le condizioni per esplosioni sociali domestiche.

Leggi tutto…

Prosegue inarrestabile l’offensiva dell’Esercito Siriano sulla zona strategica di Deir Ezzor, considerato l’ultimo bastione dei terroristi in Siria dove vivono circa 100.000 persone.
L’aviazione militare russa appoggia l’avanzata delle forze siriane ed Hezbollah che avanzano in tre direzioni e, nella giornata di ieri, ha letteralmente annientato un convoglio dei terroristi internazionali che cercavano di raggrupparsi e si avviavano per raggiungere la zona e dare manforte ai gruppi sotto assedio nella cittadina.

Leggi tutto…

di  Manlio Triggiani

Il dibattito culturale avviato con la proposta del Movimento 5Stelle, approvata dal Consiglio regionale pugliese e dal presidente della Giunta Michele Emiliano, sull’istituzione – il 13 febbraio – di una giornata in memoria delle centinaia di migliaia di meridionali uccisi nell’Ottocento durante l’annessione del Mezzogiorno al Nord da parte delle truppe dei Savoia, ha fatto emergere prese di posizione che mostrano una chiusura netta al dibattito culturale, alla ricerca scientifica con posizioni che non tengono conto di quanto l’annessione del Mezzogiorno da parte dei Savoia abbia nuociuto al Sud per le modalità con le quali è stata fatta dal punto di vista politico, economico, sociale e per la grande emorragia di capitale umano che seguì con l’emigrazione di milioni di meridionali nelle Americhe e in Francia.

Leggi tutto…

Diana Johnstone per Counterpunch

Sanno cosa stanno facendo? Quando il Congresso USA adotta sanzioni draconiane con lo scopo principale di togliere potere al presidente Trump e impedire qualsiasi mossa per migliorare le relazioni con la Russia, si rendono conto che le misure costituiscono una dichiarazione di guerra economica contro i loro cari “amici” europei?
Che lo sappiano o meno, ovviamente a loro non importa. I politici d‘oltre Atlantico vedono il resto del mondo come una periferia americana da sfruttare, castigare o ignorare impunemente.

Leggi tutto…

DI FULVIO GRIMALDI
Mondo cane

ISIS/SITE: tocca a voi!
A proposito dell’annuncio post-Barcellona di un imminente attentato in Italia, ce ne sono stati altri che minacciavano sfracelli in Vaticano, al Colosseo, la conquista di Roma.

Ma stavolta potrebbe essere diverso. Intanto la notizia proviene da fonte autorevole e credibile: il sito SITE di Rita Katz, portavoce e diffusore da anni del jihadismo più efferato, in particolare dell’ISIS, con il quale la collaborazione nella promozione di quel panico che si sa funzionale alle aggressioni belliche e all’instaurazione di regimi di polizia, è stretta e, come provano i risultati, efficacissima.

Leggi tutto…

NEW YORK – La guerra tra la Russia e l’Occidente è quasi inevitabile, perché Mosca sarà costretta prima o poi a rispondere con la forza militare alle pesanti pressioni dei suoi vicini.
lo scrive la rivista americana The National Interest.

Come osservato dalla rivista, l’unica persona che era disposta a tener conto degli interessi nazionali della Russia era Donald Trump, ma dopo la vittoria del “partito anti-russo” negli Stati Uniti, non è più in grado di influenzare effettivamente il corso degli eventi.

Leggi tutto…

Non possiamo non manifestare il nostro cordoglio per le vittime dell’azione terroristica effettuata a Barcelona ma rifiutiamo di aggregarci al coro degli ipocriti che manifestano sdegno e condanna ma evitano di parlare chiaro e spiegare chi siano i mandanti, i complici e finanziatori del terrorismo islamista in Europa.

Il terrorismo che colpisce, ormai a cadenza precisa, i paesi europei con stragi ed attentati non scende dalla luna ma è un fenomeno che ha precisi mandanti ed ispiratori. Non è la religione islamica intesa genericamente quella che spinge i terroristi a compiere le loro azioni criminali ma è una specifica ideologia travestita da religione, che si chiama wahabismo/salafismo, una deviazione malata della religione mussulmana che viene ispirata e diffusa dalle centrali dell’Arabia Saudita e dal Qatar.

Leggi tutto…