"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

DI MIKE WHITNEY

counterpunch.org

L’abbattimento di un SU-22 Siriano è ennesima dimostrazione del

fatto che gli USA siano pronti a ricorrere ai mezzi più sconsiderati

per mantenere la loro presenza in Siria e per porre le basi per il

più ampio conflitto che stanno preparando”

Peter Symonds, World Socialist Web Site

L’abbattimento di un aereo Siriano da parte di un F-18 Super Hornet USA domenica scorsa dimostra come il vero obiettivo degli Stati Uniti in Siria non sia sconfiggere l’ISIS, ma far cadere il governo, spaccare in pezzi il Paese, installare un governo fantoccio che segua ogni direttiva di Washington.

Leggi tutto…

di   Nicholas West

 Come si è dimostrato abbondantemente in questi ultimi anni, il programma di attacchi con aerei non pilotati (droni) degli Stati Uniti, non è stato precisamente uno strumento di precisione per uccidere terroristi, come la precedente amministrazione Obama aveva  cercato di vendere al mondo.
Tutto il contrario; il programma ha sovvertito tutti i diritti umani fondamentali su scala internazionale e le regole di guerra mediante l’implementazione di assassinii preventivi senza un dovuto processo.

Leggi tutto…

Un duro avvertimento dal Libano destinato ad Israele: Il capo degli Hezbollah del Libano, il segretario generale Sayaed Hassan Nasrallah, ha messo in guardia Israele dal provocare una guerra con la Siria ed il Libano come avvenne nel 2006.

” Siate sicuri che in questo caso non sarà soltanto una guerra israele-Libano o Israele-Siria, questa volta accorrerano centinaia di migliaia di combattenti da tutti i paesi, dall’Iraq, dall’Iran, dallo Yemen, dall’Afghanistan, ecc.. per difendere le terre arabe dall’aggressione sionista”.

Leggi tutto…

DI BRAD HOFF

foreignpolicyjournal.com

Le mail appena rivelate mostrano che la NATO intervenne perché Gheddafi voleva creare una propria moneta, agganciata all’oro, per competere con l’euro e il dollaro.

A capodanno sono state pubblicate oltre 3.000 nuove e-mail della Clinton quando era al Dipartimento di Stato. La CNN ovviamente si è concentrata sulle più futili.

Gli storici nel 2011 invece si sono subito concentrati sulle conferme esplosive ivi :contenute: ammissioni di crimini di guerra, infiltrati in Libia sin dall’inizio delle rivolte, la presenza di Al Qaeda nell’opposizione appoggiata dagli USA, paesi occidentali che si combattono per il petrolio libico e la preoccupazione per le riserve d’oro e d’argento di Gheddafi che minacciavano l’euro.

Leggi tutto…

“Domani, nel silenzio quasi totale dei grandi mezzi di comunicazione, il Senato voterà il disegno di legge che dà via libera al Ceta, l’accordo commerciale tra Canada e Unione Europea. E non c’è nessun parlamentare che faccia sentire forte la sua voce contro quello che è un vero e proprio regalo alle multinazionali e ai contraffattori dei nostri prodotti”.

È quanto dichiara il leader del Fronte Nazionale, Adriano Tilgher, che aggiunge: “A cosa serve non far entrare in Canada i prodotti alimentari tarocchi, se poi nei nostri Paesi potranno arrivare dal Canada imitazioni di tutti i tipi, come il Carmigiano invece del Parmigiano o il Porconzola invece del Gorgonzola? I discount saranno pieni di queste schifezze, che finiranno sulle tavole di chi ha meno possibilità economiche.

Leggi tutto…

L’Europa ripensa al suo ruolo in Siria e Macron può dire ciò che Merkel non può senza causare tensioni nella NATO

di  Tom Luongo

La dichiarazione del presidente francese Emmanuel Macron cambierà il gioco sulla Siria. Fino a ieri la Francia era la più violenta sostenitrice del cambio di regime statunitense in Siria. Ora ne è la critica più pragmatica.

Ciò indica vari cambiamenti geopolitici. Innanzitutto, è in sintonia con l’affermazione della cancelliera tedesca Angela Merkel che l’Unione europea non dovrebbe più considerare gli Stati Uniti partner affidabile negli affari esteri.

Leggi tutto…

di Luciano Lago

Qualcuno può essere ancora convinto che l’attuale Unione Europea si a un modello praticabile ed attrattivo per altri paesi al di fuori del Continente?

Occorre dire che l’Unione Europea bisogna vederla non per come vorrebbe apparire, nella retorica di chi la sostiene, ma per come è realmente: una struttura oligarchica, dilaniata dalla corruzione, costruita sulla negazione di ogni sovranità popolare, che impone un amaro regime di privilegi per alcuni e di coazione  per tutti gli altri in conformità al modello economico neoliberista, diffuso e fatto proprio dalle classi dirigenti europidi.

Leggi tutto…

Redazione. I reparti dell’Esercito siriano impegnati sulle alture del Golan, hanno subito un potente attacco dei terroristi di Al Nusra nella città di Al-Baath nella zona delle alture del Golan.

Come ha riferito a Ria Novosti una fonte informata che si trova sul posto:
“L’esercito ha registrato un grande attacco delle bande terroriste di al-Nusra nella città di Al-Baath nella provincia di Quneitra. L’esercito ha combattuto duramente contro i terroristi. Gli aggressori hanno subito perdite. Per compiere l’attacco i terroristi sono ricorsi all’appoggio dell’ aviazione e dell’artiglieria israelina” ha detto la fonte.
Secondo la medesima fonte, l’operazione offensiva dei terroristi si è verificata in concomitanza con l’azione dall’aviazione israeliana, che ha colpito l’edificio Muhafasi nella città di Al-Baath, lasciando una decina di vittime civili.

Leggi tutto…

Gli Stati Uniti stanno schierando proprie  forze terrestri  nelle vicinanze della frontiera Iraq-Siria.

La notizia è stata fatta conoscere questo Sabato da Hamid al-Shinduj, il comandante delle forze Al-Hashad Al-Ashayeri dell’ Iraq, il quale non ha potuto però rilevare quale sia l’obiettivo del movimenti di truppe USA.

Al-Shinduj ha precisato che le forze nordamericane, assieme a parecchi veicoli blindati, si trovano nella zona desertica conosciuta come Wadi al-Qazaf, al sud di Al-Rutba.

Leggi tutto…

di Wayne Madsen

Mentre i capi della NATO si congratulano per l’adesione del piccolo Montenegro, la forza di controbilanciamento della NATO ad est ha accolto a pieno titolo India e Pakistan. Mentre la bandiera del Montenegro è stata sollevata presso la sede della NATO a Bruxelles, le bandiere della democrazia più popolosa del mondo e della terza popolazione musulmana, India e Pakistan, sono state sollevate presso la sede a Pechino dell’Organizzazione della Cooperazione di Shanghai (SCO).

L’allargamento della SCO ha effettivamente neutralizzato la marcia a lungo attesa della NATO verso est, con l’intenzione d’inglobare gli Stati ex-sovietici dell’Asia centrale. L’ampliamento della SCO segnala anche la fine del sogno dei neoconservatori del “nuovo secolo americano” che domina l’intero pianeta e anche lo spazio. Il 21esimo secolo sarà un “nuovo secolo euroasiatico” con Stati Uniti, Gran Bretagna, Unione europea e NATO emarginati, osservatori anemici che si contendevano il centro di un potere globale che si sposta verso la massa terrestre eurasiatica.

Leggi tutto…