"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

di Luciano Lago

Sulle coste del sud Italia è ormai emergenza sbarchi con strutture portuali e centi di accoglienza al collasso. Dai porti della Sicilia fino a a Reggio Calabria, Crotone e Vibo Valentia è un susseguirsi di arrivi di navi delle ONG, barconi e navi della Marina che traghettano masse di migranti clandestini in Italia prelevati dalle coste del Nord Africa.
Ormai il sistema di attendere la chiamata dei trafficianti, mentre le navi delle ONG stazionano davanti alle coste libiche, a volte a poche continaia di metri, assicura un flusso costante che a sua volta garantisce il business del traffico di carne umana alle varie mafie, somale, nigeriane, libiche che speculano sul fenomeno, con successivi alloggiamenti dei migranti nei centri di accoglienza in Italia e assegnazione alle cooperative di accoglienza, l’ultimo terminale del business.

Leggi tutto…

di Pepe Escobar

Ogni volta che Daesh aggiunge una perla alla sua tragica collana degli attacchi dei “lupi solitari “ o della “rete” – come a Manchester, Parigi, Londra, Nizza, Berlino – l’Occidente si infuria contro quei “perdenti malvagi” (copyright Donald Trump).

Ogni volta che la formidabile macchina militare dell’Occidente aggiunge una perla alla sua tragica collana dei “danni collaterali” – in Libia, Yemen,Somalia o nelle aree tribali del Pakistan – regna il silenzio. Nessun nome musulmano completo nelle prime pagine.

Ogni volta che i burattini della NATO/GCC aggiungono una perla alla loro stessa tragica collana di massacri premeditati – in Siria, in Iraq – gli autori sono scusati perché sono “dei nostri”, ribelli “moderati” e combattenti per la libertà.

Leggi tutto…

Il Cremlino ha definito come “inammissibili” le minacce proferite ultimamente dagli USA contro la Siria, con il pretesto di presunti preparativi di Damasco per realizzare un “attacco chimico”.
“Consideriamo di sicuro inammissibili le minacce di questo tipo contro il Governo legittimo della Siria”, ha denunciato questo Martedì il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, dopo che la Casa Bianca aveva accusato il Governo siriano di avere in preparazione un “nuovo”attacco chimico ed aveva minacciato che, in caso di attuazione, “le autorità siriane avrebbero pagato un caro prezzo”, aveva detto Donald Trump.

Leggi tutto…

di Ilaria Bifarini

E’ la storia dell’ennesimo fallimento bancario, con annesso salvataggio statale, un fenomeno per nulla nuovo nel sistema finanziario internazionale odierno. Solo qualche settimane fa il caso omologo di Banco Popular, acquisito anch’esso al prezzo simbolico di un euro da Banco Santander. Ma, al di là del prezzo figurativo comune, la differenza è sostanziale: mentre Banco Santander ha rilevato in toto le attività della banca fallita, compresi i crediti inesigibili, Banca Intesa selezionerà le attività che vuole acquistare di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza.

Leggi tutto…

di Gianni Petrosillo

Renzi perde le amministrative ed il centro-destra espugna comuni dove non aveva mai governato, come Genova, o cosiddette roccaforti rosse, come Sesto San Giovanni. Il dato più interessante, per quel che ci riguarda, non è la débâcle di Tizio o di Caio ma l’astensionismo in crescita. Meno di un italiano su due si è recato alle urne, tra il 47 ed il 49% degli aventi diritto. Ciò dimostra che il sistema democratico non è il governo del popolo ma quello di minoranze disciplinate dalla militanza o condizionate dai vari poteri (partiti, gruppi economici, mezzi d’informazione) che imbucando una scheda in una scatola decidono per tutti(delegando sempre i soliti), anche se rappresentano una piccola parte dei cittadini.

Leggi tutto…

DI MIKE WHITNEY

counterpunch.org

L’abbattimento di un SU-22 Siriano è ennesima dimostrazione del

fatto che gli USA siano pronti a ricorrere ai mezzi più sconsiderati

per mantenere la loro presenza in Siria e per porre le basi per il

più ampio conflitto che stanno preparando”

Peter Symonds, World Socialist Web Site

L’abbattimento di un aereo Siriano da parte di un F-18 Super Hornet USA domenica scorsa dimostra come il vero obiettivo degli Stati Uniti in Siria non sia sconfiggere l’ISIS, ma far cadere il governo, spaccare in pezzi il Paese, installare un governo fantoccio che segua ogni direttiva di Washington.

Leggi tutto…

di   Nicholas West

 Come si è dimostrato abbondantemente in questi ultimi anni, il programma di attacchi con aerei non pilotati (droni) degli Stati Uniti, non è stato precisamente uno strumento di precisione per uccidere terroristi, come la precedente amministrazione Obama aveva  cercato di vendere al mondo.
Tutto il contrario; il programma ha sovvertito tutti i diritti umani fondamentali su scala internazionale e le regole di guerra mediante l’implementazione di assassinii preventivi senza un dovuto processo.

Leggi tutto…

Un duro avvertimento dal Libano destinato ad Israele: Il capo degli Hezbollah del Libano, il segretario generale Sayaed Hassan Nasrallah, ha messo in guardia Israele dal provocare una guerra con la Siria ed il Libano come avvenne nel 2006.

” Siate sicuri che in questo caso non sarà soltanto una guerra israele-Libano o Israele-Siria, questa volta accorrerano centinaia di migliaia di combattenti da tutti i paesi, dall’Iraq, dall’Iran, dallo Yemen, dall’Afghanistan, ecc.. per difendere le terre arabe dall’aggressione sionista”.

Leggi tutto…

DI BRAD HOFF

foreignpolicyjournal.com

Le mail appena rivelate mostrano che la NATO intervenne perché Gheddafi voleva creare una propria moneta, agganciata all’oro, per competere con l’euro e il dollaro.

A capodanno sono state pubblicate oltre 3.000 nuove e-mail della Clinton quando era al Dipartimento di Stato. La CNN ovviamente si è concentrata sulle più futili.

Gli storici nel 2011 invece si sono subito concentrati sulle conferme esplosive ivi :contenute: ammissioni di crimini di guerra, infiltrati in Libia sin dall’inizio delle rivolte, la presenza di Al Qaeda nell’opposizione appoggiata dagli USA, paesi occidentali che si combattono per il petrolio libico e la preoccupazione per le riserve d’oro e d’argento di Gheddafi che minacciavano l’euro.

Leggi tutto…

“Domani, nel silenzio quasi totale dei grandi mezzi di comunicazione, il Senato voterà il disegno di legge che dà via libera al Ceta, l’accordo commerciale tra Canada e Unione Europea. E non c’è nessun parlamentare che faccia sentire forte la sua voce contro quello che è un vero e proprio regalo alle multinazionali e ai contraffattori dei nostri prodotti”.

È quanto dichiara il leader del Fronte Nazionale, Adriano Tilgher, che aggiunge: “A cosa serve non far entrare in Canada i prodotti alimentari tarocchi, se poi nei nostri Paesi potranno arrivare dal Canada imitazioni di tutti i tipi, come il Carmigiano invece del Parmigiano o il Porconzola invece del Gorgonzola? I discount saranno pieni di queste schifezze, che finiranno sulle tavole di chi ha meno possibilità economiche.

Leggi tutto…